Europei, l’Italia di Anzani è in semifinale

Simone Anzani

L’Italia è in semifinale ai Campionati europei di pallavolo maschile. Il pass è giunto dopo il successo per 3-0 nella sfida dei quarti contro la Germania.
Una vittoria netta e grande soddisfazione per gli azzurri allenati da Ferdinando De Giorgi. In squadra anche il comasco Simone Anzani, autore di 5 punti contro i tedeschi.
Gli azzurri a Katowice, sabato 18 settembre, affronteranno la Serbia campione in carica. L’Italia torna così tra le migliori quattro formazioni del Vecchio Continente a sei anni di distanza dall’ultima volta, nel 2015 a Sofia.
Il podio è ora nel mirino, anche se l’ostacolo che ci sarà di fronte nella semifinale sarà tutt’altro che malleabile.
Fino ad ora, vincendo nettamente tutti gli incontri disputati, l’Italia ha sicuramente mostrato con grinta la sua voglia di riscatto, dopo la delusione delle Olimpiadi di Tokyo, quando la formazione all’epoca allenata da Gianlorenzo Blengini è stata clamorosamente eliminata nei quarti dall’Argentina.
«Siamo chiaramente felici anche per il percorso che abbiamo fatto, giocando davvero una buona partita contro la Germania – ha sottolineato ieri il commissario tecnico azzurro De Giorgi – Un allenatore al termine di una sfida così non può che essere soddisfatto: siamo contenti non solo per noi ma anche per la stessa maglia azzurra che torna tra le migliori quattro in Europa».
«I ragazzi sanno che nella nostra testa ora non deve cambiare nulla – ha aggiunto l’allenatore – ma dobbiamo andare a Katowice cercando di giocare la nostra migliore pallavolo e vedere se sarà sufficiente per tagliare traguardi importanti. Contro i tedeschi non era facile, ma siamo stati bravi a limitare i loro punti di forza e a contenerli mantenendo il nostro ritmo sempre molto alto».
Una formazione, quella azzurra, che di gara in gara ha incrementato la sua qualità: «È importante la crescita di alcuni ragazzi in termini di personalità durante la partita e nell’intero torneo – ha concluso il tecnico – Ora ci attende la Serbia e il match non sarà facile; ma noi dovremo andare a giocare la semifinale ed esprimerci al massimo delle nostre possibilità. Poi vedremo cosa succederà».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.