Falsa identità “social” per avvicinare la ex. Stalking e maltrattamenti, patteggia 18 mesi
Cronaca

Falsa identità “social” per avvicinare la ex. Stalking e maltrattamenti, patteggia 18 mesi

Pur di “stanare” la ex e la vita che cercava di ricostruirsi, si era creato un finto profilo Instagram con cui circuirla e convincerla ad uscire.
Tentativo non andato in porto, che tuttavia non aveva placcato le sue attenzioni morbose per quella ragazza con cui aveva avuto una storia che era finita da tempo.
Un ragazzo di Grandate di 27 anni – già colpito dalla misura del divieto di avvicinamento alla parte offesa – è finito con l’essere iscritto sul registro degli indagati non solo per lo stalking (proseguito dal novembre 2016 fino al maggio 2017) ma anche per gli antecedenti maltrattamenti in famiglia nel periodo che precedettero la separazione dalla ragazza con cui conviveva.
Pugni sulle braccia e spintoni che si conclusero proprio con la fine della relazione sentimentale. La brutta storia è approdata nei giorni scorsi di fronte al giudice di Como Maria Luisa Lo Gatto che ha ratificato la volontà delle parti (avvocati Stefano Sonvico per l’aggressore, Riccardo Guido per la parte lesa) di patteggiare la pena ad un anno e mezzo. Il tutto con l’accordo del pubblico ministero Giuseppe Rose che aveva seguito il fascicolo.
Lo stalking contestato dalla procura era iniziato – come detto – dopo la fine della convivenza.
Non solo appostamenti sul posto di lavoro, pedinamenti e inseguimenti (in un caso la ragazza fu costretta a rinchiudersi nell’auto della madre) ma anche minacce via WhatsApp con frasi perentorie come «ormai devo agire… sarà la volta buona che mi cacciano al Bassone… qui faccio saltare qualcosa».
Comportamenti che erano ulteriormente peggiorati quando la ragazza aveva avviato una nuova relazione.
Fino, appunto, al costruirsi una falsa identità su Instagram per potersi di nuovo avvicinare alla ragazza.

22 luglio 2018

Info Autore

Mauro

Mauro Peverelli mpeverelli@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto