Febbre da Superenalotto sul Lario: oggi jackpot da 109 milioni

Dea bendata – Intanto ieri mattina a Rebbio venduto un Gratta & Vinci da 10mila euro
Sale la febbre da Superenalotto sul Lario. Stasera in palio in tutto il Paese ci sarà la terza somma più alta di sempre. Ben 109 milioni di euro. Da anni, matematici e esperti di statistica si impegnano, calcoli alla mano, nel vano tentativo di convincere i giocatori dell’impossibilità di azzeccare la sestina vincente. E si sprecano le iperboli. «È più semplice trovare il famoso ago nel pagliaio piuttosto che centrare la combinazione milionaria», sentenziano. Ma le tabaccherie di
Como continuano a essere prese d’assalto. E in città sono arrivati per tentare la sorte, puntuali, anche i vicini svizzeri. Molti stranieri in visita sul lago non si sono lasciati sfuggire la possibilità di tornare a casa milionari. In tanti, negli anni, hanno provato a oscurare il fascino del Superenalotto. E così sono nati concorsi che promettono vincite fino a 6 mila euro mensili per vent’anni.
Con estrazioni ogni ora per prolungare la speranza. Sono poi spuntati, nelle tabaccherie, “Gratta e Vinci” da 20 euro in grado di nascondere, sotto quella leggera patina argentata da cancellare, vincite da 2 milioni di euro.
Nulla però in confronto al sogno che da sempre esercita il Superenalotto in serate come questa. Sei “semplici” numeri per 109 milioni di euro. Per quanti aspettano i cosiddetti “ritardatari”, va detto che il numero 53 non esce da ben 76 settimane. Mentre l’88 è già comparso sul tabellone addirittura 135 volte dal 1997. Intanto, ieri mattina, qualcuno in città ha già cominciato a festeggiare grazie a un gioco di fortuna. Una donna di cinquant’anni, che è cliente abituale del bar tabaccheria “Citti” di via Varesina, a Rebbio, ha portato a casa 10mila euro, investendo in un “Gratta & Vinci” da 5.

Fabrizio Barabesi

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.