Felleca: «Conto sulla serietà di tutti i club». Il dirigente del Como e la volata finale tra lariani e Mantova

Calcio. Como Mantova 1-0 Fase di gioco

«Ho incontrato la squadra in più di un’occasione in settimana e non ho voluto affrontare il discorso che riguarda la possibile vendita del club. La concentrazione deve essere tutta sul campionato e sulla gara di domani con il Darfo Boario». Roberto Felleca, amministratore delegato del Como, non cambia la sua linea. Già una settimana fa, alla vigilia della partita con il Rezzato, dichiarò di essere disinteressato rispetto alla trattativa di cessione della società. Ora torna lo stesso refrain: «Il mio pensiero? Dobbiamo vincere domani». Match che sarà disputato alle 15 e non più alle 14.30, dopo il passaggio di stanotte all’ora legale.
I lariani, come è noto, sono secondi ad un punto di distanza dalla capolista Mantova, quando alla fine mancano sei giornate. Domani i virgiliani attendono il Seregno, poi affronteranno il Rezzato. «Ovviamente auspico in una gara importante del Seregno con lo stesso atteggiamento mostrato contro di noi qualche settimana fa – spiega ancora Felleca – Si tratta di una squadra che ha la certezza di essere salva e che avrà meno motivazioni rispetto al Rezzato. I bresciani, infatti, devono ottenere a tutti i costi il terzo posto per avere una posizione favorevole nella griglia dei playoff. Per questo sono nella nostra condizione, ossia costretti a vincere sempre per evitare il sorpasso della Pro Sesto».
Un Como che giocoforza, proprio dopo il pari interno con il Seregno e il sorpasso ad opera del Mantova, si trova costretto a guardare anche ai risultati degli altri e a fare calcoli. «L’importante è vincere sempre – conclude Felleca – poi tireremo le somme, sperando nella serietà di tutti gli altri club che scenderanno in campo nella parte finale di questo torneo».
Per quanto riguarda le trattative di vendita per il club Felleca spiega di «aver delegato tutto al mio consulente Enrico Garau».
Nella sostanza, l’interesse di un gruppo americano rimane; dopo gli incontri delle scorse settimane è arrivata una ulteriore richiesta di documentazione da parte della realtà che ha manifestato l’intenzione di acquisire il Como 1907.
Dal Lario sono dunque partiti nuovi documenti in attesa che venga formulata una offerta concreta. Due i punti sostanziali richiesti dagli attuali dirigenti: «Un rientro delle spese sostenute in questi anni di gestione e precise garanzie sul futuro del club».
M.Mos.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.