Ferimento a Locate, interrogatorio per il libico 34enne

Carabinieri

Interrogatorio in carcere e fermo convalidato per il 34enne libico, irregolare in Italia, che – secondo l’accusa – avrebbe colpito con un machete un 32enne nigeriano il 14 dicembre scorso alla stazione di Locate Varesino. L’uomo è accusato di tentato omicidio e porto di armi o oggetti atti a offendere. La vittima, ferita gravemente, è ancora ricoverata all’ospedale di Tradate.
I carabinieri del radiomobile di Cantù, nella foto, e della caserma di Mozzate erano intervenuti dopo la segnalazione da parte di un cittadino che aveva comunicato di aver visto di un uomo che girava con un machete o comunque con un oggetto tagliente e pesante.
I militari dell’Arma si erano precipitati nel punto indicato, non trovando l’uomo armato bensì quello ferito. Il 118, giunto a Locate Varesino, aveva poi soccorso il 32enne nigeriano, trasportandolo all’ospedale di Tradate.
I carabinieri avevano iniziato le indagini, acquisendo subito i filmati del circuito di sicurezza della stazione di Locate Varesino e tutti gli altri video potenzialmente utili a ricostruire quello che era avvenuto e a dare un nome all’aggressore. Ieri l’interrogatorio di convalida del 34enne e la conferma della custodia cautelare in carcere.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.