Ferrovia Como-Lecco, l’appello di Turba: “Basta polemiche”

“Basta polemiche, adesso occorrono fatti concreti perché i cittadini Comaschi non possono più aspettare. Occorre che ognuno faccia la propria parte per arrivare finalmente alla realizzazione di un’opera strategica per il Territorio”. Lo ha detto il sottosegretario alla Presidenza di Regione Lombardia con delega ai Rapporti con il Consiglio regionale, Fabrizio Turba, in merito alle accuse del consigliere dei 5Stelle Raffaele Erba.

“Senza uno studio di fattibilità, – ha aggiunto – più volte annunciato dallo stesso consigliere Erba ma mai sviluppato dall’allora ministero, del suo stesso partito, Danilo Toninelli, il finanziamento e la conseguente realizzazione diventa chiaramente impossibile”.

“Con il nuovo Governo, ci auguriamo, che si possa aprire il tanto atteso tavolo di confronto per decidere come sviluppare lo studio di fattibilità e per chiarire il tipo finanziamento, definendo se trovare copertura in sede di aggiornamento del contratto di programma di RFI oppure inserendolo nel Recovery Plan”. “Ricordo che la richiesta del Governo sul Recovery, visti i tempi stretti dettati dell’Unione Europa, prevedeva l’inserimento di opera già in una fase avanzata di progettazione, cosa impraticabile per l’elettrificazione della Como-Lecco in mancanza dello studio di fattibilità”. 

Articoli correlati

1 Commento

  • Avatar
    Massimo Cordasco , 12 Febbraio 2021 @ 15:10

    Ma perché non si opta per il treno a idrogeno come si è deciso per la ferrovia della Valcamonica? Potrebbe diventare più facile e quindi fattibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.