Festa per i novant’anni del Tennis Como: Andrea Arnaboldi vince l’Open

Arnaboldi Torneo Open

«È sempre bello per me giocare su questi campi. Mi è servito come allenamento per preparare le prossime partite internazionali. Oggi con Federico è stato un match vero, la prima sfida ufficiale tra di noi. Non ci fa impazzire giocare contro ma nel primo set abbiamo mostrato un buon tennis. Poi lui nel secondo è un po’ calato». È stato un Andrea Arnaboldi sorridente quello che ha commentato – dopo il match – la vittoria dell’Open del Novantesimo del Tennis Como, torneo voluto dal circolo comasco per celebrare l’anniversario di fondazione e anche l’approdo dello sport della racchetta in riva al Lario.
Un anno particolare, il 1930, per il tennis della nostra città, visto che a pochi mesi l’uno dall’altro nacquero il Tennis Como e anche uno dei rappresentanti più luminosi del movimento, quel Gianni Clerici che è diventato prima tennista, poi giornalista e scrittore apprezzato in tutto il mondo. Insomma, ricorrenze importanti festeggiate con un torneo che ha visto in finale – e anche questo è stato un bel segno – i due attuali migliori giocatori della nostra provincia, il professionista Andrea Arnaboldi, numero 280 delle classifiche mondiali, 32 anni, e il giovane cugino 20enne Federico, entrambi di Cantù. Il più esperto degli Arnaboldi ha vinto per 6-4 6-1, alzando il livello del gioco dopo un inizio in equilibrio (4-4) e mostrando al parente che di gradini ne deve ancora salire tanti nella propria carriera tennistica.
Al termine le premiazioni sono servite anche per ricordare la figura dello storico presidente Giulio Pini (il “padre” del Challenger Atp che quest’anno non si è disputato causa emergenza sanitaria), scomparso poche settimane fa. «Quello che si è appena concluso non è stato il torneo Challenger Atp cui eravamo abituati in questo periodo della stagione – ha poi commentato la presidente Chiara Sioli – ma siamo riusciti a mostrare comunque dell’ottimo tennis sui nostri campi, ed è un po’ questa la nostra missione».
All’Open del Novantesimo – in due settimane di gare – hanno preso parte oltre cento giocatori che si sono sfidati sulla terra rossa di Villa Olmo: alla finale sono comunque arrivate le prime due teste di serie.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.