Festeggia 120 candeline la funicolare che lega Como a Brunate

altTrasporti “verdi”. Dopo 22 mesi di cantiere, l’impianto fu inaugurato il 6 novembre 1894 Così il borgo di Sant’Agostino divenne un nodo d’interscambio con il porto e le Ferrovie Nord
Bruco. Con questa simpatica sintesi, turisti e residenti hanno imparato a chiamare la funicolare che lega in soli sette minuti Como e Brunate. Il prossimo 11 novembre cadranno 120 anni della prima corsa della funicolare, inaugurata il 6 novembre del 1894 dopo 22 mesi di cantiere.

Un progetto avveniristico nato all’epoca in cui si credeva che la tecnica potesse vincere ogni sfida. All’inizio, si pensò a una rampa curva, poi si optò per la soluzione rettilinea. La funicolare rese il borgo di Sant’Agostino un nodo d’interscambio “verde” ante litteram, in abbinamento con il sistema dei porti (piazza Cavour per i passeggeri e quello per la movimentazione delle merci appunto a Sant’Agostino) e con le Ferrovie Nord. Un mezzo di trasporto, la Como-Brunate, nato come attrazione turistica, e poi divenuto strategico e uno degli emblemi del Lario. Martedì 11 novembre dalle 20.15 alle ore 23.15, per festeggiare, il gruppo “Quelli della San Donato” organizzerà un’escursione a piedi in notturna da Como a Brunate lungo il tracciato. Ed è in programma anche una mostra, che sarà inaugurata il 16 novembre e sarà visitabile fino alla primavera, in prospettiva di Expo, nelle due stazioni della tratta e a Villa Giuliani, gioiello liberty brunatese.

Nella foto:
una delle carrozze recentemente installate

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.