Figino, vernice nel capannone per 50mila euro. Una truffa da maestro sventata dall’Arma

Individuati i responsabili
Un accordo inventato, una firma fasulla e un magazzino, a Figino Serenza, pieno di vernici, valore complessivo quasi 50mila euro.
Una truffa studiata fin nei minimi dettagli da due imprenditori canturini, uno dei quali titolare del capannone, che erano convinti di poterla fare franca, ma sono stati scoperti e denunciati dai carabinieri della compagnia di Cantù.
I due avevano messo nero su bianco un accordo – rivelatosi poi fasullo – che indicava il capannone di Figino, in via
Necchi, come magazzino di stoccaggio di prodotti per la verniciatura facente capo a un’azienda trevigiana.
Per conto di quest’ultima ditta, all’oscuro di tutto, i canturini hanno ordinato a un’azienda di Senago, nel Milanese, merce per un valore complessivo di migliaia di euro, facendosi consegnare il materiale a Figino. Ricevute le fatture per il pagamento di merci mai ordinate, l’azienda trevigiana ha subito contattato la società di Senago, negando di aver chiesto – e ricevuto – i prodotti indicati.
I responsabili della ditta milanese a quel punto hanno denunciato la situazione ai carabinieri.
I militari dell’Arma di Cantù hanno effettuato un primo sopralluogo nel capannone di Figino, dove hanno trovato 7 bancali contenenti 88 latte di martinite superlavabile e 72 fusti di idropittura, valore commerciale 7mila euro.
Come precisato ai carabinieri, l’azienda di Senago aveva già spedito, in precedenza, merce per oltre 27mila euro, già sparita dal magazzino.
Nel locale era presente, inoltre, materiale di un altro fornitore per un valore di 13mila euro.
Il titolare del capannone e l’uomo che di fatto lo gestiva, entrambi residenti nel Canturino, sono stati denunciati per truffa in concorso. Sequestrate, in attesa degli accertamenti, tutte le merci che erano nel capannone di Figino.

Anna Campaniello

Nella foto:
I carabinieri di Cantù presso il capannone di Figino dove era stoccata la merce

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.