Fondazione Marchesi, anche a uno chef comasco la borsa di studio

giovani cuochi alla Fondazione Marchesi

Si è conclusa la prima parte del corso di formazione “I cuochi del futuro” della durata complessiva di 7 mesi. Il numero degli allievi selezionati per questo corso in formula college a Palazzo Boccella a San Gennaro nel Comune di Capannori, a cura della Fondazione Gualtiero Marchesi per rispetti delle regole anti-Covid è stato ridotto a soli 9 partecipanti (5 ragazzi e 4 ragazze). Requisito di ammissione era aver ottenuto una valutazione alla maturità superiore a 80/100 e la loro media è stata di 97/100.
Provengono da varie regioni d’Italia. La Lombardia, dalle province di Milano, Varese e Como, dal Veneto Treviso, dalla Toscana, Firenze ed Arezzo e infine dalla Campania, Napoli. Tra loro anche un aspirante chef comasco, Kevin De Angeli di Tremezzina.

La prima parte del corso si è svolto in modalità “full-immersion” alternando attività pratica in cucina (con cuochi marchesiani quali Karsten Heidsiek e Antonio Ghilardi) a lezioni. Quella di storia della cucina è stata tenuta dal professor Alberto Capatti, comasco, Presidente della Fondazione Gualtiero Marchesi.

I ragazzi sono ora pronti a iniziare la parte pratica di stage curriculare nei grandi ristoranti italiani. Molti altri ristoranti hanno aderito all’appello di Fondazione per ospitare gli allievi e saranno sicuramente coinvolti nelle prossime edizioni di questo corso.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.