Frontiera italo-ticinese, chiusi altri cinque valichi minori

Il valico doganale di Maslianico

Chiudono altri valichi tra Italia e Ticino. L’Amministrazione Federale delle Dogane (Afd) ha comunicato di aver sbarrato, a partire dalla mezzanotte di lunedì, cinque dogane minori nell’ambito delle iniziative volte a contrastare la diffusione del Coronavirus.

In questo modo, sono 14 le frontiere di terra che non sono più transitabili.

I cinque valichi interessati dall’ultimo provvedimento sono: Arogno, Brusino, Pizzamiglio, Camedo e Fornasette.

«Con le chiusure di questi valichi secondari – si legge nel comunicato ufficiale dell’Afd – il traffico sarà ulteriormente incanalato verso i grandi valichi di confine, permettendo quindi alle guardie di confine di svolgere al meglio il loro compito di controllo».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.