Furti in serie: assolta perché non comprende il senso delle proprie azioni
Cronaca

Furti in serie: assolta perché non comprende il senso delle proprie azioni

Il tribunale di Como Il tribunale di Como

Protagonista di furti in serie in centro storico, anche quattro in pochi minuti tra bar, fioristi, negozi di intimo e make up, ma incolpevole in quanto vittima di «amnesie e disturbi che non le permettono di comprendere il senso delle proprie azioni».

Per questo motivo decisamente insolito, una donna di Cernobbio – 59 anni – è stata assolta dal Tribunale di Como da una lunga serie di accuse di furto. Il tutto concentrato in centro storico, tra via Boldoni, via Luini e via Cinque Giornate. Una decisione presa dopo che la difesa aveva invocato una perizia psichiatrica sulla mente della donna.

La vicenda inizia il 31 luglio del 2015 in un bar di via Boldoni. Una donna, seduta ai tavolini di un bar, si accorge che la propria borsa (contenente 520 euro) è scomparsa. Le immagini delle telecamere permettono di individuare l’autore del furto, ovvero la signora di Cernobbio che già era nota per un precedente furto avvenuto un mese prima. La vittima del colpo chiama le volanti della Questura e intanto si mette alla ricerca della ladra che prontamente trova poco lontano.

I poliziotti fermano la sospettata che ha ancora con sé la borsa, e in un più tutta una serie di oggetti rubati poco prima in diversi negozi del centro storico. Tutta refurtiva poi restituita. Cinque colpi che confluiscono nel fascicolo d’indagine poi approdato in aula. L’accusa è ovviamente quella di furto aggravato.

La carta giocata dalla difesa, tuttavia, si rivela vincente e porta all’assoluzione della 59enne per il vizio totale di mente al momento in cui venivano commessi in fatti. Decisiva la perizia psichiatrica fatta all’imputata in cui è emerso come la stessa fosse vittima di «amnesie» e «disturbi» che non le permettevano di «comprendere il senso delle proprie azioni».

31 Marzo 2018

Info Autore

Mauro

Mauro Peverelli mpeverelli@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto