Girone di ritorno in serie A, Cantù capoclassifica. I numeri premiano il lavoro di coach Brienza

Pesaro Cantù Basket

È una Cantù che continua a far sognare i suoi tifosi, con il settimo sigillo consecutivo in campionato e una formazione che può autorevolmente ambire ai playoff. Per l’Acqua S.Bernardo l’asticella si è alzata. Il concetto è stato definitivamente sdoganato da coach Nicola Brienza dopo la partita vinta sul campo di Pesaro. «Con questa affermazione possiamo dire di aver chiuso il discorso per la salvezza – ha detto l’allenatore – Ora speriamo di continuare ad andare avanti in questa maniera guardando con voglia e ottimismo al discorso playoff».
La formazione canturina è a punteggio pieno nel girone di ritorno e in una ipotetica classifica condurrebbe con 14 punti, contro i 12 di Trento e di Venezia. Sempre a proposito di numeri, è confortante vedere l’ultimo acquisto Tyler Stone terzo nella classifica dei rimbalzisti di giornata: a Pesaro per lui sono stati 13. Hanno fatto meglio Egidijus Mockevicius (Pesaro) con 19 e Tyler Cain (Varese), con 14.
Una Acqua S.Bernardo che sul campo ha avuto il merito di reagire dopo una settimana in cui gli allenamenti non erano stati al massimo, come aveva ammesso coach Brienza in sede di presentazione.
La classifica sorride, con la squadra al settimo posto alla pari con Trento. Un panorama ben diverso rispetto a quello di qualche mese fa, quando Cantù, dopo una lunga serie di sconfitte, iniziò a guardarsi alle spalle, peraltro nella fase in cui la fase della crisi societaria sembrava difficilmente risolvibile.
All’epoca ci fu anche chi dichiarò di non farsi illusioni per il match di Natale a Varese, perché la squadra non ci sarebbe nemmeno arrivata.
Le prospettive ora sono cambiate anche se non tutti i problemi sono risolti. La proprietà di Tic-Tutti insieme Cantù è lavoro per trovare le risorse per garantire, più che il presente il futuro del club. I componenti stanno sì parlando di organigramma – e il nome più “gettonato” per la presidenza è quello di Roberto Allievi, ma la priorità è quella di coinvolgere soci disposti a credere il progetto.
Rimane aperto il discorso con l’imprenditrice Ylenja Lucaselli, che giovedì pomeriggio scorso avrebbe incontrato a Roma il dirigente canturino Andrea Mauri, ma l’intenzione è in ogni caso di estendere la partecipazione agli imprenditori del territorio. Un vincolo questo, che nelle sue dichiarazioni Lucaselli ha sempre ribadito.
Tornando al discorso sportivo, ora i brianzoli sono attesi dalla sfida interna contro Trieste, che si gioca domenica a Desio alle 17.30. I tagliandi sono disponibili presso al Blackcourt Store a Cucciago, nei punti autorizzati Vivaticket e online su www.vivaticket.it. I botteghini, domenica, apriranno alle 15.30.
La Legabasket ha intanto comunicato gli orari di due sfide successive dei brianzoli. L’Acqua S.Bernardo Cantù ospiterà al PalaDesio Brescia alle ore 20.45 di domenica 7 aprile. La domenica dopo, invece la gara al PalaTaliercio di Mestre con Venezia, sarà disputata alle 17.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.