«Giusto chiudere il campo di via Regina». Categorico il vicesindaco di Como Alessandra Locatelli
Cronaca

«Giusto chiudere il campo di via Regina». Categorico il vicesindaco di Como Alessandra Locatelli

Categorico il vicesindaco di Como, Alessandra Locatelli sulla chiusura del campo profughi di via Regina. «Deve essere chiuso. Non ci sono più le caratteristiche che possono giustificare l’esistenza di questa struttura. Il campo era stato aperto in un momento di estrema emergenza, quando c’erano più di 500 migranti sul prato della stazione. Adesso la situazione è totalmente cambiata e non c’è più bisogno».  Dice no senza appello dunque alla richiesta della Caritas e di altri enti e associazioni di mantenere attivo il campo di via Regina. «Adesso la situazione è completamente cambiata – continua il vicesindaco – Le riammissioni dalla Svizzera sono diminuite dell’80-90% e gli sbarchi sono quasi fermi. Non c’è emergenza, come dimostra il fatto che nell’ultimo periodo in via Regina sono rimaste meno di 200 persone, in gran parte pakistani, quindi non provenienti da un Paese con problemi tali da motivare la richiesta di asilo. Le giustificazioni per tenere aperto centro non sussistono e quindi la decisione di chiuderlo è più che corretta. Ringrazio sempre le associazioni per il lavoro che fano – conclude il vicesindaco – Questo pero era ed è un centro temporaneo e non poteva rimanere. Non ha senso neppure la richiesta di convertirlo per un uso diverso. La Caritas, la Croce Rossa e i volontari fanno un lavoro preziosissimo che non vogliamo sottovalutare, ma quando si tratta di accoglienza i percorsi devono essere strutturati e rispettare le regole. I migranti sono stati trasferiti in strutture adeguate e nel pieno rispetto dei loro diritti e proseguiranno il percorso per la richiesta di asilo».

15 settembre 2018

Info Autore

Fabrizio

Fabrizio Barabesi fbarabesi@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto