Gli chiedono il green pass, aggredisce gli agenti della polizia locale di Como

Polizia Locale Como

Quando gli agenti della polizia locale di Como hanno chiesto di mostrare il green pass, necessario per poter stazionare all’interno del locale, il 39enne nigeriano regolare in Italia (e incensurato) è andato su tutte le furie, aggredendo gli agenti e ferendole uno con lesioni giudicate guaribili (dal pronto soccorso) in sette giorni. L’uomo, processato oggi per direttissima di fronte al giudice monocratico di Como, ha poi chiesto scusa agli uomini della polizia locale: «Non mi era mai capitata una cosa così – ha detto rivolgendosi al loro – mi sono spaventato e ho reagito. Vi chiedo scusa per quanto fatto». L’arrestato ha infine scelto di patteggiare la pena – quantificata in sei mesi – ed è tornato in libertà. L’episodio è avvenuto in una sala scommesse del centro città di Como, dove la polizia locale aveva iniziato dei controlli per l’utilizzo del green pass obbligatorio. Due sarebbero quelli trovati senza il documento: le sanzioni (da 400 euro) hanno quindi colpito non solo i clienti, tra cui il 39enne nigeriano poi arrestato, ma anche il titolare della sala, un italiano residente a Milano.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.