Gomme da neve, partito l’assalto alle officine

Il prossimo 14 novembre scatta l’ordinanza. Multe più care
(f.bar.) Il messaggio – dopo essere stati sommersi, nei giorni scorsi, dalla pioggia – è chiaro. È arrivato il maltempo. Così, il tiepido mese di ottobre, trascorso in compagnia del sole, ha lasciato spazio, all’improvviso, al freddo. E per chi proprio non se ne fosse accorto, è bene ricordare che dal 14 novembre entrerà in vigore la tradizionale ordinanza che prevede l’obbligo per gli automobilisti di dotarsi di gomme da neve o di avere le catene a bordo delle auto.

Subito è scattato l’assalto ai gommisti per la sostituzione degli pneumatici. Le agende sono fitte di appuntamenti per consentire agli utenti di farsi trovare pronti.
«Stiamo lavorando molto. Come ogni anno, questo è un periodo caldo. In media, tra sostituzioni di pneumatici estivi con quelli invernali e montaggio di gomme da neve nuove, facciamo una cinquantina di auto al giorno», fanno sapere da Arna Car Service.
L’ordinanza (valevole per il territorio provinciale dal 14 novembre al 15 aprile e per la città di Como dal 15 novembre fino alla medesima scadenza), prevede, come detto, l’obbligo di usare pneumatici invernali idonei a guidare sulla neve o sul ghiaccio o, in alternativa, mezzi “antisdrucciolevoli omologati”, installati almeno sulle ruote motrici in occasione di nevicate. L’ordinanza non vale per moto e motorini, che potranno, però, circolare solo in assenza di neve, nevicate o ghiaccio sulle strade.
In caso di inosservanza dell’ordinanza la multa sarà di 84 euro fuori dai centri abitati (l’anno scorso era 78) e 41 euro nei centri abitati (l’anno scorso era 38). «Ovviamente in molti arrivano anche per installare nuove gomme da neve che possono costare, in media e per un modello standard, da 80 fino a 150 euro ciascuna. Naturalmente molto dipende anche dal tipo di vettura», aggiungono da Arna Car Service, dove il servizio per la custodia, nei mesi invernali delle gomme estive, costa 10 euro. In concomitanza con precipitazioni nevose o formazione di ghiaccio, l’obbligo dell’ordinanza ha validità anche oltre il periodo previsto.
«Quest’anno, complice forse il bel tempo di ottobre, la corsa alla sostituzione delle gomme è partita un po’ in ritardo – dicono da Auderi Gomme – Adesso, però, i comaschi stanno decisamente recuperando».
Nel 2013 la prima vera nevicata cadde sul territorio il 21 novembre. «Abbiamo il calendario degli appuntamenti pieno anche per tutta la prossima settimana che si chiuderà proprio con l’avvio dell’ordinanza – aggiungono da Auderi gomme – In ogni caso arrivano molte richieste».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.