Hockey paralimpico: Stillitano in azzurro, i Mondiali nel mirino

Santino Stillitano, portiere della Nazionale di sledge hockey (foto dal sito del Comitato Paralimpico)

Ogni tanto annuncia il suo ritiro dall’attività agonistica, ma alla fine si conferma un atleta no-limits, oltre che un personaggio simbolo dello sport paralimpico, e non soltanto.
Il comasco Santino Stillitano, classe 1969, è stato appena convocato per un raduno della Nazionale italiana di hockey su ghiaccio per persone diversamente abili, che tecnicamente si chiama Para Ice Hockey. L’appuntamento per il portiere Stillitano – che tra l’altro è consigliere comunale a Bregnano – e per il gruppo azzurro sarà a Romeno, in provincia di Trento, dal 18 al 21 marzo. Il lariano è l’elemento più esperto della formazione che ha nel mirino i Campionati del mondo della specialità, che andranno in scena nella Repubblica Ceca a partire dal 14 giugno. Nel gruppo anche un ragazzo nato nel 1990, che ha ben 30 anni di differenza rispetto a Stillitano. Per quest’ultimo, prima della pandemia, l’ultimo appuntamento internazionale con la Nazionale è stato ai Mondiali di Ostrava del 2019, chiusi al sesto posto.
Nel curriculum del comasco con l’Italia spicca la partecipazione alle Paraolimpiadi di Vancouver 2010, di Sochi 2014 e di PyeongChang 2018, a sette rassegne iridate e a tre Europei. In vista dei prossimi Giochi invernali, a Pechino nel 2022, aveva svolto dei test con il bob, ma tutto fa pensare che la nuova eventuale esperienza a cinque cerchi possa essere ancora nell’hockey.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.