I big del tennis sul Lario: torna il “Città di Como”

Tennis Como Challenger Atp 2019

Un anno fa fu il Covid a metterci lo zampino, costringendo gli organizzatori a cancellare l’edizione 2020 del Challenger Atp “Città di Como”. Un annuncio amaro che fu dato dall’ex presidente Giulio Pini. Oggi tutto è cambiato. Pini (che fu uno dei grandi promotori del torneo arrivato alla quindicesima edizione) non c’è più, portato via da un malore a Ferragosto del 2020. E il Challenger Atp “Città di Como”, che quest’anno riparte pur tra mille attenzioni dettate dal protocollo Covid, sarà legato proprio alla memoria dell’ex presidente. Il torneo internazionale di tennis è stato presentato ieri mattina a Villa Olmo, alla presenza del sindaco Mario Landriscina. «Ci vuole passione per prendersi impegni come questo – ha detto il primo cittadino – È bello che il torneo venga dedicato alla memoria di Giulio Pini. Per i comaschi questo Challenger è un vanto, non tutte le città possono dire di ospitare un evento del genere per di più in un palcoscenico fantastico come quello del Tennis Como. La nostra città deve continuare a farsi vedere, e questo evento è senza dubbio uno degli appuntamenti più clamorosi e belli».
A fare gli onori di casa la presidente Chiara Sioli: «Un evento come questo ci costa intorno ai 200mila euro, soldi che ovviamente il Tennis Como non ha – ha detto la Sioli – Per questo ringraziamo tutti gli sponsor che ci sono accanto, sia pubblici che privati».
In rappresentanza della Federazione Italiana Tennis c’era il delegato Walter Schmidinger: «Questa quindicesima edizione consacra Como tra le città di riferimento del tennis nazionale – ha commentato – Il Challenger di Como, con il suo albo d’oro prestigioso, è un bellissimo regalo all’interno di una stagione tanto complicata».
È toccato infine a Paolo Carobbio, direttore del torneo, entrare nell’aspetto tecnico del Challenger. «Le wild card sono state assegnate ai giovani Flavio Cobolli, Giulio Zeppieri e Federico Iannaccone – ha annunciato – Presente in tabellone ci sarà il finalista del 2019, lo slovacco Andrej Martin, ma attenzione anche al tedesco Daniel Altmaier (numero 106 al mondo) e al 19enne argentino Juan Manuel Cerundolo che ha già vinto un Atp 250 a Cordoba».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.