Il Challenger Atp verso l’epilogo, Arnaboldi eliminato

Andrea Arnabioldi

Nella parte alta del tabellone del Challenger “Città di Como” – la cui finale, domani, sarà trasmessa in diretta da Espansione Tv – una semifinale secondo pronostico, con la testa di serie numero 1 Daniel Altmaier (tedesco) e la numero quattro, l’argentino Juan Manuel Cerundolo.
Sotto, un match tutto italiano tra la sorpresa Andrea Vavassori, in arrivo dalle qualificazioni (e in finale anche nel doppio), e Gian Marco Moroni che ieri, al termine di un match dai contenuti drammatici, ha eliminato dopo 2 ore e 42 minuti di gioco il favorito del pubblico di casa, il canturino Andrea Arnaboldi, nella foto.
Match tesissimo e combattuto, con il primo set nelle mani di Moroni per 6-3 e il secondo in quelle di Arnaboldi per 6-4. La partita è cambiata, diventando ancora di più una battaglia senza esclusione di colpi. Sul 3-1 per Moroni nel set decisivo, dopo due richieste di intervento medico, il romano – in difficoltà fisiche per un guaio muscolare – ha cercato di accorciare gli scambi. Nei fatti a innervosirsi di più per la situazione anomala è stato Arnaboldi, che alla fine è stato superato 6-2.
In apertura di giornata era invece arrivata l’impresa – l’ennesima – di Andrea Vavassori. Partito dalle qualificazioni nel tabellone di singolare, ieri ha eliminato la testa di serie numero 2, lo slovacco Jozef Kovalik, 28enne e numero 118 delle classifiche mondiali Atp. Una partita perfetta, quella dell’azzurro, aiutata da un ottimo servizio e dalle continue discese a rete a prendersi il punto. Il punteggio finale (6-3, 6-4), fotografa perfettamente il match.
L’ultimo italiano in gara, Riccardo Bonadio, si è arreso con l’onore delle armi al favorito del torneo, il tedesco Daniel Altmaier (7-6, 6-3). Nella prima frazione, sul 5-4, Bonadio ha avuto anche due set point, uno annullato con un ace dall’avversario e l’altro sprecato con una palla al volo messa in rete.
Nell’ultimo quarto, come da pronostico, l’argentino Juan Manuel Cerundolo ha sconfitto Nino Serdarusic per 7-5 6-2
Oggi, dalle 13, si disputeranno le semifinali e la finale del doppio. All’inizio la sfida tra i due azzurri, per consentire a Vavassori di poter recuperare anche per la prova decisiva di doppio che lo vedrà in campo (alle 17.30) con il venezuelano Luis David Martinez. Dall’altra parte i favoriti, i brasiliani Rafael Matos e Felipe Meligeni Rodrigues Alves, teste di serie numero 1.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.