I sessant’anni di Claudio Ottoni, difensore degli azzurri in serie A

Claudio Ottoni

Dopo Enrico Todesco e Massimo Albiero, un altro importante ex del Como compie sessant’anni in questo mese di maggio. Oggi gli auguri sono tutti per Claudio Ottoni, difensore azzurro in serie A nella stagione 1984-1985 (nell’immagine, la sua figurina Panini): per lui solo un anno sul Lario, ma in un campionato che non è stato dimenticato, con gli azzurri neopromossi che in casa subirono solo due gol (record tuttora imbattuto) e che si tolsero la soddisfazione di andare a vincere per 2-0 a San Siro contro il Milan. Ora Ottoni allena nel settore giovanile del Padova. Con la squadra veneta due anni fa vinse il titolo italiano Under 15; in questo 2020 prima dello stop forzato del campionato la sua squadra era in testa.
Tra l’altro responsabile del vivaio del Padova è un altro nome noto ai tifosi lariani, Carlo Sabatini, il tecnico che ha guidato gli azzurri alla promozione in serie B nel 2015.
Negli anni Ottoni è tornato da avversario al Sinigaglia, come giocatore e poi come allenatore della Sambonifacese. Per lui gli applausi non sono mai mancati. «I miei ricordi a Como sono belli – afferma – anche perché in quella stagione, mentre ero in azzurro, nacque mia figlia Martina. Il dispiacere è di essermi fermato soltanto un anno, ma purtroppo fui ceduto dopo una discussione con Sandro Vitali, il direttore sportivo dell’epoca. Mi rimane la soddisfazione di aver fatto parte di un bel gruppo in serie A, che ancora adesso è ricordato dai tifosi. Una squadra che era giovane e che ebbe come capocannoniere Moreno Morbiducci, che segnò tre reti. Per fortuna c’era una difesa solida; ma soprattutto la nostra forza era il gruppo unito, con gente come il compianto Giuliano Giuliani, Antonio Tempestilli, Pasquale Bruno, Massimo Albiero, Gianfranco Matteoli, lo stesso Hansi Muller, tedesco di nascita, ma italianissimo nelle abitudini, con il suo spirito molto latino».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.