“I Tipici Anormali”, favola tra l’assurdo e il reale

Una scena del lungometraggio "I Tpici Anormali"

Il giovane regista comasco Federico Angi lancia il suo lungometraggio

Cosa accadrebbe se persone definite “anormali” diventassero invece speciali? È questo il filo conduttore che ha guidato Federico Angi, 25enne regista di Cirimido, nel suo lungometraggio I Tipici Anormali. Una commedia che mescola toni surreali e realismo e che vede protagoniste quattro persone in un “on the road” a bordo di un’improvvisata Doblò rosso che diventa un ibrido “bio-ecologico”. Destinazione: un matrimonio in stile circense che riserverà parecchie sorprese.

Federico Angi è alla sua seconda opera. Nel 2014, ancora giovanissimo, ha firmato il documentario “29200 Puthod. L’altra verità della realtà”, proiettato al cinema Gloria di Como e premiato all’Ariano International Film Festival di Ariano Irpino. Il docufilm è il racconto della vita e della carriera della pittrice Dolores Puthod, artista di fama internazionale già scenografa alla Scala di Milano, nonché nonna di Federico Angi.
«Il sodalizio artistico familiare è la mia fortuna, nonna Dolores e la sua arte mi hanno sempre ispirato e così è stato anche per I Tipici Anormali – racconta Federico Angi – Uno dei personaggi, il fantasma dell’artista, è nato proprio dalle lunghe e quotidiane disquisizioni con la nonna sull’arte del passato che sembra sia dimenticata in questo presente immediato».

«Il film è una formula ibrida – spiega il giovane regista – proprio come l’automobile “bio-ecologica” sulla quale viaggiano i quattro caricaturali e rocamboleschi personaggi che io definisco “disavventurieri”; è una favola meta-cinematografica che utilizza il linguaggio dell’arte e parla collateralmente di bullismo e ambientalismo, trasmettendo un messaggio originale e nuovo sulla cosiddetta “diversità”». Davvero corposo il cast, nel quale figurano anche attori teatrali professionisti come Cristina Quarti, Alessandra Romeo e Luca Gatta.
I Tipici Anormali sarebbe dovuto uscire al cinema in questi giorni. In attesa della riapertura delle sale, si può gustare il trailer sul canale Youtube “ITA – I Tipici Anormali”.
«Sono contento delle prime reazioni – conclude Federico Angi – ho ricevuto i complimenti dal figlio di Mogol e da Tomas Arana, attore del celebre film Il gladiatore».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.