Il 3 diventa un 9, a Cordovado i tributi per la Tari comasca

Cordovado

Che cosa lega la città di Como a Cordovado , comune di quasi 3mila abitanti nella provincia di Pordenone? Appena tre cifre simili, ma la cui differenza è determinante. Un cittadino comasco lo scorso anno si è visto recapitare nella modulistica relativa alla Tari, la tassa sui rifiuti, la contestazione per un mancato pagamento relativo a una rata di cinque anni prima, nel 2015.
La documentazione in suo possesso attesta invece che il pagamento è stato regolarmente effettuato dal suo istituto di credito mediante l’apposito modulo “F24” , Tramite mail ha spedito copia della ricevuta all’ufficio tributi di Palazzo Cernezzi e la mail è stata presa in carico dal Servizio Entrate Tributi.
Dopo le opportune verifiche si è accertata la causa del disguido. Il pagamento è stato sì effettuato dalla banca, ma a favore del Comune in provincia di Pordenone e non a favore di quello di Como. Nel campo «codice ente» il modulo F24 precompilato dallo stesso Comune lariano riportava infatti un numero sbagliato C993 che corrisponde appunto a Cordovado in provincia di Pordenone, mentre il codice corretto per il Comune di Como, come riportato nell’F24 inviato con l’avviso Tari di quest’anno, è C933.
Il Comune di Como provvederà direttamente a chiedere il riversamento del tributo al Comune di Cordovado per sistemare la situazione. Un caso isolato? Pare di no perché da Palazzo Cernezzi fanno sapere che non è la prima volta che queste due cifre vengono confuse e tutto a causa di un singolo numero, un 3 che si triplica in 9. E il tributo dovuto per i servizi di raccolta e smaltimento dei rifiuti da parte del Comune di Como compie un viaggio di 376 chilometri.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.