Il Circolo Ilaria Alpi: «Ozono, concentrazione altissima a Erba»

Controllo dell'aria, inquinamento, smog, la centralina di viale Cattaneo 1

«A Erba nei giorni scorsi si è avuta la più alta concentrazione di Ozono di tutta la Lombardia». Lo rileva il Circolo Ambiente Ilaria Alpi di Alzate Brianza.
«Nello specifico – spiega l’associazione in un comunicato – il 4 giugno scorso è stato registrato un picco di 187 microgrammi al metro cubo (cioè oltre la soglia di informazione, corrispondente a 180), con una media giornaliera pari a 172».
«Quando si superano i limiti di legge dovrebbero scattare i provvedimenti per il contenimento dello smog e per l’allerta alla popolazione più a rischio (anziani, bambini, malati respiratori). Invece ci sembra che nulla sia stato diramato – specifica ancora il Circolo Ilaria Alpi – Eppure anche mercoledì 5 giugno Erba ha avuto tra i valori più alti in Regione, con un picco di 171 e una media giornaliera di 158».
Da parte sua, il sindaco di Erba Veronica Airoldi ammette di «non avere avuto segnalazioni ufficiali riguardo questi picchi, ma ho subito chiesto agli uffici un monitoraggio dei dati relativi alla qualità dell’aria degli ultimi giorni».
La stessa Airoldi spiega: «La questione dell’inquinamento dell’aria per noi è una priorità. tengo a sottolineare che da mesi abbiamo chiesto ad Arpa Lombardia un monitoraggio particolare e circostanziato proprio per avere dati strutturali che riguardino l’aria di Erba. Accettiamo quindi le segnalazioni, ma allo stesso tempo tengo a sottolineare che siamo al lavoro da tempo proprio su questo fronte».
«È possibile contenere l’ozono, e più in generale lo smog – conclude il Circolo Alpi – agendo sulle cause: bisogna quindi ridurre il traffico veicolare, e in particolare quello dei mezzi diesel. Occorre pertanto puntare su una mobilità diversa: meno trasporti privati su gomma e più trasporti pubblici, meglio se su rotaia. E poi servono piste ciclabili e la chiusura al traffico dei centri storici, a partire proprio da quello di Erba».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.