Il Como Under 17 vince lo scudetto: vittoria per 3-1 con il Monopoli

Como Under 17 scudetto

Una partita dominata, che ha chiuso in bellezza una stagione già di per sé esaltante per i colori del Como. Ieri a Ravenna, la formazione Under 17, allenata da Massimo Cicconi, ha infatti conquistato lo scudetto di categoria. Gli “azzurrini” nella finalissima disputata allo stadio Benelli hanno superato con un secco 3-1 il Monopoli.

Una gioia che si aggiunge alla promozione in serie B ottenuta dalla prima squadra. Per Cicconi è un bis di alto livello: proprio con l’Under 17 ottenne infatti il medesimo titolo quattro anni fa, anche se in un contesto completamente differente.
In quel momento la società, che si chiamava Football Club Como, era ancora formalmente di proprietà di Akosua Puni Essien; di fatto gli ultimi giorni della sua gestione, poi culminata con la mancata iscrizione alla serie C e il successivo addio.


I giovani lariani vinsero in solitudine, senza l’appoggio di un club allo spalle. Una situazione completamente differente da quella odierna.
Cicconi, alla fine, ha dedicato il successo allo storico segretario Giorgio Bressani, scomparso lo scorso anno per il Covid: «Quattro anni fa fu lui ad accogliermi in sede quando portai la coppa. Ora non c’è più, ma merita un ricordo e un pensiero in questa circostanza».
La gara che ha dato la vittoria ai giovani azzurri ha visto il primo tempo terminare 0-0, con i lariani che hanno sfiorato il vantaggio, con un paolo colpito da Marco Andrea Tremolada.
Poi, nella seconda frazione, gli uomini di Cicconi hanno concretizzato il loro predominio territoriale e hanno segnato le tre reti che hanno regalato il titolo con lo stesso Tremolada, Elia Di Giuliomaria e Christian Gatti. A pochi minuti dalla fine il Monopoli ha accorciato le distanze, ma a quel punto la gara era decisa con i comaschi che hanno fatto gran festa alla fine e hanno ricevuto il trofeo dal presidente del Settore Giovanile e Scolastico della Figc Vito Tisci.

«Arrivavamo da favoriti a questa partita – ha detto al termine Massimo Cicconi – e all’inizio la mia squadra era contratta e impaurita. Sicuramente i ragazzi hanno sentito la tensione per l’importanza del match e della posta in palio. Poi nella seconda parte i giocatori sono scesi in campo più tranquilli e hanno raggiunto l’obiettivo: sono stati fantastici. Sono orgoglioso di loro».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.