Il Concorso d’Eleganza 2021 senza eventi pubblici

Concorso d'Eleganza 2019 sfilata con la pioggia

Niente giornate aperte al pubblico per il Concorso d’Eleganza Villa d’Este, la più importante manifestazione mondiale – oltre che la più “glamour” – dedicata alle vetture d’epoca e ai gioielli del design di oggi.

Lo hanno comunicato gli organizzatori della manifestazione, Bmw Group e Villa d’Este. Una decisione legata all’emergenza sanitaria che, seppure in miglioramento in queste settimane, non può ancora offrire certezze sul lungo periodo e in particolare in autunno. L’evento, infatti, dalla consueta data di fine maggio, per questo 2021 è stato spostato dal 1° al 3 ottobre.
«La situazione attuale – dice il comunicato diffuso dai responsabili del Concorso – continua a comportare un gran numero di incertezze nella pianificazione per noi e per tutte le persone coinvolte. Dopo un lungo esame di coscienza, abbiamo deciso di lanciare un segnale e proporre un’edizione speciale del Concorso d’Eleganza Villa d’Este: un evento fattibile che ci permetta di garantire il rispetto di tutte le norme igieniche e di distanza necessarie».

«Pertanto – continua il messaggio – siamo molto dispiaciuti per non essere in grado di organizzare le giornate pubbliche a Villa Erba in occasione dell’evento 2021. Questa situazione insolita non ci lascia altra scelta: per quest’anno non potremmo proporre la spettacolare esibizione dei veicoli nel parco e il concorso di motociclette». Da tempo, infatti, alla sfilata e alla mostra dei gioielli dell’automobile, era stata aggiunta una esposizione di moto storiche, proprio a Villa Erba.

Il Concorso d’Eleganza sarà quindi ancora più esclusivo del solito, sarà limitato al Grand Hotel Villa d’Este con una riduzione degli ospiti. «Assicureremo come al solito – conclude il comunicato – l’alta qualità dell’evento a partire da quella delle vetture partecipanti. Lo condivideremo il più possibile utilizzando i canali social».
Una decisione, dunque, contingente al momento che si sta vivendo e alla necessità di lavorare con anticipo su una iniziativa che necessità una lunga preparazione. Come detto inizialmente, il Concorso d’Eleganza è considerata per il settore la più importante manifestazione a livello mondiale.

Un raduno che ha sempre richiamato spettatori da ogni parte del globo, oltre ad una serie di Vip appassionati di vetture d’epoca. Negli anni si sono visti, tra gli altri, l’attore inglese Rowan Atkinson (alias Mister Bean), il batterista dei Pink Floyd Nick Mason, il campione del mondo di Formula 1 Jackie Stewart e l’imprenditore e personaggio televisivo Joe Bastianich, il bassista dei Coldplay Guy Rupert Berryman, la modella Yasmin Le Bon con il marito Simon Le Bon dei Duran Duran, la cantante Avril Lavigne, i piloti italiani di F1 Pierluigi Martini e Bruno Giacomelli, l’imprenditore e manager sportivo Ion Tiriac e il costruttore Horacio Pagani (nato in Argentina, ma con famiglia originaria di Appiano Gentile).

Una manifestazione che, è doveroso ricordarlo, fu organizzata nel 1929 per la prima volta: a vincere il premio di eccellenza fu un’Isotta Fraschini carrozzata Sala. Il tutto fu proposto grazie alla proficua collaborazione tra Aci Como, Villa d’Este e Comitato di Cura di Como. Non a caso ogni anno è presente a Cernobbio il presidente dello stesso Aci, Enrico Gelpi, che consegna uno speciale trofeo alla vettura arrivata più da lontano sulle ruote (quindi non trasportata su carrello o bisarca). Una primogenitura a cui Gelpi, giustamente, tiene molto.

Concorso d'Eleganza 2019
Il Concorso d’Eleganza 2019

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.