Il conto corrente del prete raccoglierà i soldi per i poveri

Don Roberto Malgesini durante la benedizione impartita in ospedale

«La famiglia ha una richiesta da fare a tutti: non portate fiori, ma donate per continuare l’opera di don Roberto».
A parlare è Maurizio Passerini, avvocato del foro di Sondrio che rappresenta la famiglia del sacerdote ucciso.
«È stato deciso di tenere aperto il conto corrente che era proprio di don Roberto (Iban IT83S0569652370000002785X30 Banca Popolare d Sondrio Agenzia di Cosio Valtellino). Chi volesse può fare donazioni su quel conto, soldi che verranno devoluti per sostenere le opere in continuazione con gli scopi che don Roberto aveva portato avanti nella vita». L’avvocato della famiglia aggiunge poi una considerazione: «L’importanza della persona di don Roberto è emersa in queste ore con tutta la sua forza».

I funerali, in programma oggi in Valtellina per volere della famiglia, «non saranno in forma privata, ma dovranno rispettare le normative Covid».
La salma di don Roberto è arrivata nella casa dei genitori, che da ieri è stata aperta alle visite. La famiglia non vuole fare dichiarazioni, chiusa nel proprio dolore. Però, prima dei saluti, l’avvocato ribadisce l’unica vera richiesta dei genitori e dei fratelli: «Portiamo avanti la sua opera. Chiediamo a chi volesse di non portare fiori, ma di donare sul conto corrente di don Roberto che è stato appositamente tenuto aperto. Soldi che verranno utilizzati per fare del bene ai più bisognosi, proprio come faceva don Roberto».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.