Il degrado dei giardini a lago unisce maggioranza e opposizione

Politica – Lungo documento per tentare di ridare decoro al polmone verde del capoluogo. Laura Bordoli: «Segnale positivo per un problema grave»
Mozione Pdl approvata all’unanimità. Chieste più pattuglie, maggiore manutenzione e spettacoli
Prove (riuscite) di intesa bipartisan a Palazzo Cernezzi. Lunedì sera, infatti, è stata
votata all’unanimità dal consiglio comunale di Como la mozione targata Pdl sulla sicurezza dei giardini a lago.
«È un segnale positivo. Maggioranza e minoranza hanno compreso la gravità del problema e ora si lavorerà insieme per cercare di ridare lustro a questa parte di Como», ha detto Laura Bordoli, capogruppo del Pdl a Palazzo Cernezzi.
Come ripetutamente documentato, la situazione nella principale zona verde della città è andata peggiorando mese dopo mese. Dallo scorso giugno, infatti, si è susseguita, con sempre maggior frequenza, una serie di episodi di violenza che hanno spaventato i cittadini. Lo scorso luglio un 34enne è stato fermato dalle forze dell’ordine dopo aver aggredito un passante e una vigilessa.
Sempre nello stesso periodo, una giovane turista olandese era stata derubata e ferita da un marocchino. E solo pochi giorni fa un giovane ubriaco ha minacciato i presenti con un bastone.
«La nostra mozione ha semplicemente voluto indicare alla giunta un percorso e delle azioni per cercare di ritornare alla normalità nell’area dei giardini a lago. Questa infatti non è solo una zona cara ai turisti ma anche ai comaschi. Alle mamme a passeggio con i bimbi e alle persone anziane», spiega Laura Bordoli.
«Abbiamo proposto innanzitutto di agire sul comitato per la sicurezza e l’ordine pubblico istituito in Prefettura per prevedere, nel periodo primavera- estate 2013, compatibilmente con le risorse dei vari corpi delle forze dell’ordine, un progetto per creare un presidio fisso nella zona», aggiunge Laura Bordoli.
L’idea è anche quella di coinvolgere, sempre per lo stesso periodo, tutte le associazioni legate al campo della sicurezza (dai carabinieri in congedo, ai vigili in congedo, ai City Angels), per prevedere anche da parte loro una presenza costante nell’area.
Ma l’intento è anche quello di prevedere, «in vista della stesura del prossimo bilancio di previsione, un’attenta analisi sugli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria da effettuare nei giardini. Dagli impianti di illuminazione, alla cartellonistica», specifica il capogruppo pidiellino in consiglio comunale. E ancora, un’altra richiesta è valutare l’opportunità di aprire, sempre per lo stesso periodo, un info-point turistico. Tra le proposte anche quella di attivarsi per fare in modo che, nell’ambito del calendario delle manifestazioni culturali, artistiche e musicali, qualche evento possa essere allestito nei giardini.
Tra le ipotesi, anche il coinvolgimento degli organizzatori di Orticolario per fare in modo che, nell’ambito della kermesse del 2013, si possa pensare all’area come teatro ideale per un progetto di riqualificazione delle aiuole e delle aree verdi».
Chiamati in causa anche gli ordini professionali con l’intento di indire un concorso d’idee, rivolto ai giovani professionisti, per la riqualificazione della zona.
Numerose, dunque, le proposte che ora potranno essere discusse in giunta.
«L’obiettivo è che, entro la primavera, si possa partire con almeno alcune di queste iniziative», conclude Laura Bordoli.
«Sono soddisfatto per il risultato ottenuto. Tutti hanno risposto positivamente. Fatto che testimonia l’importanza di quanto proposto nella mozione», ha detto il consigliere del Pdl Marco Butti.

Fabrizio Barabesi

Nella foto:
Lo scorso weekend i carabinieri hanno presidiato i giardini. La sicurezza è sempre al centro del dibattito

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.