Il Giro d’Italia sul Lario. Urbano Cairo: «Como è una città bellissima, una ottima scelta»
Città, Sport

Il Giro d’Italia sul Lario. Urbano Cairo: «Como è una città bellissima, una ottima scelta»

E’ ufficiale: la quindicesima frazione del Giro d’Italia 2019 partirà da Ivrea e terminerà a Como dopo 237 chilometri. «Sarà sicuramente una tappa molto affascinante – afferma Mauro Vegni, direttore di Rcs Ciclismo – Anche se quello sarà un fine settimana molto delicato, visto che ci saranno anche le elezioni europee e quindi ci dovremo coordinare con Prefettura e Questura e tutte le istituzioni locali. Ci vorrà un lavoro di squadra di tutte le componenti per garantire la buona riuscita dell’evento».
Ieri a Milano, nel corso della presentazione ufficiale della più importante competizione ciclistica della Penisola, sono state confermate le indiscrezioni trapelate in questi giorni sulla tappa comasca. «Il Giro d’Italia a Como ricalcherà il tracciato finale Giro del Lombardia» ha spiegato lo stesso Vegni .

La frazione lariana sarà la 15esima e andrà in scena domenica 26 maggio, con partenza da Ivrea. I corridori, in arrivo dal Piemonte, attraverseranno la Brianza e saliranno da Asso verso il Triangolo Lariano. Da qui, scendendo verso Onno, il percorso proseguirà lungo la strada che costeggia il Lago di Como per poi affrontare da Bellagio la scalata al Ghisallo, come avviene appunto al “Lombardia”. Vi sarà poi la salita verso Sormano, che non passerà dal Muro – che viene giudicato non compatibile con una gara a tappe – e la discesa su Nesso, con il passaggio sulla Lariana verso la città. La conclusione sarà con il Colle di Civiglio, il passaggio a San Fermo della Battaglia – dalla Valfresca, con la speranza che venga riaperta dopo la frana che l’ha colpita nello scorso maggio – e il traguardo in piazza Cavour, nello stesso punto dove ormai dal 2004 termina il Giro di Lombardia. «Como è una città bellissima, a cui sono molto legato. Mauro Vegni non l’ha fatto per me, ma sicuramente la sua è stata senz’altro una ottima scelta». Urbano Cairo, presidente di Rcs MediaGroup, ha così commentato la decisione di far approdare la “Corsa rosa” sul Lario.

Secondo Vegni peraltro, «Como potrebbe essere una buona candidata anche il campionato del mondo di ciclismo».
I dettagli del 102° Giro d’Italia – competizione sportiva organizzata da Rcs Sport – sono stati illustrati come detto ieri pomeriggio, durante una cerimonia che si è svolta nella sede Rai di via Mecenate a Milano. La corsa scatterà sabato 11 maggio da Bologna con un cronometro che terminerà al Santuario di San Luca. La conclusione all’Arena di Verona il successivo 2 giugno.
Due giorni dopo la frazione Ivrea-Como ci sarà una delle tappe più difficili, la Lovere-Ponte di Legno, che prevede la scalata dei passi Gavia e Mortirolo.

1 novembre 2018

Info Autore

Massimo Moscardi

mmoscardi mmoscardi@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto