Il «grazie» del vescovo a medici, infermieri e personale sanitario

Messa nel Duomo di Como celebrata dal vescovo Oscar Cantoni in ricordo delle vittime covid19

«Mi commuove il fatto che in sostituzione dei cappellani, impediti nel raggiungere i reparti Covid, con molta discrezione e rispetto, al di là dei loro compiti professionali, medici e infermieri vanno incontro anche al bisogno spirituale delle persone assistite, portando personalmente l’Eucaristia ai loro pazienti».

Il vescovo di Como, monsignor Oscar Cantoni, ha diffuso ieri la lettera scritta «al mondo della salute, a chi è schierato accanto a tutti i malati, alle persone anziane e a coloro che necessitano di vicinanza e assistenza»; una lettera in cui il primate della Chiesa di Como «esprime, a nome dell’intera comunità, il ringraziamento per il lavoro svolto con passione e umanità» da tutto il personale sanitario lariano. tra le righe di questo messaggio anche il ringraziamento diretto a chi si sostituisce ai sacerdoti nelle mansioni che normalmente questi ultimi svolgono tra le corsie degli ospedali.

«Vorrei che percepiste la gratitudine della nostra comunità cristiana che è attenta nel riconoscere il vostro impegno e la dedizione con cui vi applicate senza misura nei confronti dei numerosi pazienti da voi curati – scrive monsignor Cantoni – state scrivendo una pagina splendida della vostra storia, laddove riuscite ad assistere i vari pazienti non solo dal punto di vista strettamente professionale, ciascuno secondo le proprie competenze, ma anche con una vicinanza affettiva nei confronti dei vostri malati, così da supplire, almeno in parte, quel calore umano che essi non possono ricevere dai loro parenti e di cui, invece, essi hanno enormemente bisogno. Una visione olistica della vita ci aiuta a comprendere che ogni persona, creata a immagine di Dio, gode di una dignità suprema, così che è tutto l’essere umano che va protetto e valorizzato, quindi anche la imprescindibile sua dimensione spirituale, a qualunque fede appartenga», conclude il vescovo di Como.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.