Il maltempo concede un giorno di tregua. Il lago è a “quota 100”, via una passerella

Passerella in piazza Cavour

Un giorno di tregua ieri e cielo sereno sul Lario, ma domani tornerà a piovere e non c’è neppure il tempo per la conta dei danni anche in città.
Il lago continua a lambire piazza Cavour. Ieri alle 17 si era alla proverbiale (in tema di pensioni) “quota 100”, ovvero a 20 centimetri dall’esondazione, ma con tendenza in diminuzione per la portata di 288 metri cubi d’acqua al secondo e il deflusso di 420 mc. È stata tolta una delle due passerelle pedonali, l’altra è stata arretrata. La diga foranea e la ex biglietteria per ora rimangono chiuse, in attesa che il livello del lago cali ulteriormente.

Regione Lombardia parla di livelli di “moderata criticità”. Anche per oggi è prevista una diminuzione della quota. «Tra oggi e domani – spiega l’assessore regionale al Territorio, Pietro Foroni – le previsioni meteo indicano qualche annuvolamento ma senza significative precipitazioni. Ovviamente l’attenzione della Regione e di tutti i soggetti chiamati in causa per affrontare al meglio la situazione resta alta e costante».

A Como rimane il problema di via Carso dove la strada, teatro di un doppio cedimento, resta chiusa al traffico almeno fino a domani. Asf Autolinee ha deviato le linee 6 e 11 dei bus. La 6 in direzione Breccia, da via Milano Bassa, procede per via Milano Alta, via Napoleona, via Canturina, via Turati, via Donatori di Sangue, via Muggiò per poi tornare sul vecchio tragitto, stesso percorso all’inverso per i mezzi che viaggiano per Maslianico. La linea 11 verso il Bassone, da via Salvo D’Acquisto è deviata per via Valleggio, via Castelnuovo, statale per Lecco, via Oltrecolle. Verso Sagnino, invece, i mezzi percorrono la via Oltrecolle proseguendo fino alla via di Lora, quindi statale per Lecco, via Piave, via Ambrosoli.

Si lavora anche in viale Geno per la voragine che si è aperta mercoledì: prevista almeno una settimana-dieci giorni di cantiere prima di riaprire il tratto di strada interessato.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.