Il Pavia vince e strappa al Como il primo posto in classifica

altI lariani dopo aver vinto fuori casa con l’AlbinoLeffe a sono secondi nella classifica del girone A
Una giornata da capolista per il Como che si è goduto per 24 ore  il primato del girone A dopo il successo per 2-0 nella gara di sabato a Bergamo con l’AlbinoLeffe. Ora in testa alla classifica c’è il Pavia, a quota 10 punti (a +2 dai lariani), reduce dall’affermazione domenicale contro il Feralpi Salò (3-1). Il quadro completo ci sarà soltanto lunedì sera dopo la disputa di Real Vicenza- Pro Patria. 

Tutto ciò che porta positività è sempre ben accetto e un 2-0 in trasferta porta morale a una squadra che, curiosamente, lontano dal Sinigaglia in questa stagione ha sempre vinto con lo stesso punteggio. Sette giorni prima era successo a Sassari, ora a Bergamo. 

Allo stadio “Azzurri d’Italia” il Como è andato in vantaggio con 19’ del secondo tempo con una punizione del bomber Lenoci; il raddoppio a pochi istanti dalla fine con l’altro attaccante De Sousa.
Una affermazione commentata da Giovanni Dolci, direttore sportivo della formazione lariana.
«Una vittoria di squadra – afferma l’uomo che ha costruito la rosa – e questa è una cosa molto confortante. Una partita che abbiamo sempre gestito noi, con tre buone occasioni nel primo tempo; nel secondo siamo stati più concreti, con le due reti che ci hanno regalato il successo. E la cosa positiva è che abbiamo rischiato poco».
«Voglio concentrarmi sui fatti positivi – aggiunge ancora Dolci – Per esempio penso al fatto che erano in campo due ragazzi del 1995 e uno del 1994. Sono stati schierati molti nuovi acquisti in una gara in cui per infortunio mancavano due elementi fondamentali come Giosa e Cristiani. Siamo ancora in costruzione, ma questi sono per tutto l’ambiente segnali importanti: significa che il lavoro del tecnico sta pagando e che chi viene schierato svolge al meglio il suo compito».
Il dato che emerge è che, un po’ come accadeva lo scorso anno, la formazione lariana si sta facendo valere più in trasferta che in casa. «A mio giudizio è una situazione abbastanza casuale – sostiene ancora Giovanni Dolci – Il campionato è lungo e gli elementi più importanti da trovare sono compattezza e continuità».
«I risultati finora ottenuti dimostrano che la strada è quella giusta – dice il direttore sportivo – Io metterei la firma per pareggiare tutte le gare in casa e vincere tutte quelle in trasferta. Otto punti in quattro incontri mi sembra un bel bottino».
Dolci vuole sottolineare un’altra caratteristica di questo Como che lui ha apprezzato. «È una formazione che in campo sa soffrire e gestire queste situazioni. Anche questo è un dato importante pensando a quello che sarà lo sviluppo del torneo».
Per il Como domenica c’è stato un giorno di riposo poi. Nel mirino ora c’è il prossimo match, la partita casalinga di domenica 21 contro il Venezia.

Massimo Moscardi

Nella foto:
Mister Colella
Per l’allenatore degli azzurri e i suoi ragazzi sono arrivati 8 punti in quattro partite. Il Como ha vinto in trasferta contro Torres e AlbinoLeffe e ha pareggiato in casa con Alto Adige e Real Vicenza (foto Mv)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.