Il sindaco di Como Landriscina e la doppia crisi: «Momento sbagliato»

Mario Landriscina

«Con riferimento alle dichiarazioni annunciate da esponenti della maggioranza, evidenzio che in questo momento l’unica crisi su cui sono concentrato è quella causata dal Coronavirus e che sta impegnando me e chi mi sta accanto, richiedendo massima attenzione e responsabilità da giorni e senza pausa». Ci sono crisi e crisi, insomma. Il sindaco di Como, Mario Landriscina, ha rotto ieri nuovamente il silenzio anche sulle difficoltà politiche che sta incontrando la maggioranza.
Lavori paralizzati a Palazzo Cernezzi. Da tre sedute il gruppo di Forza Italia sta disertando l’aula e ha già fatto mancare per due volte il numero legale.
L’opposizione invoca le dimissioni della giunta e della presidente del consiglio comunale, la forzista Anna Veronelli, mentre dalla maggioranza si chiedono le dimissioni proprio dei consiglieri azzurri.
Landriscina, invece, come anticipato, tira al momento dritto e parla invece del virus, argomento che, da medico, naturalmente, conosce molto bene.
«Voglio ringraziare chi sta operando nell’interesse dei cittadini in tutti i modi possibili affinché si evitino eccessi di panico».
«Per quanto concerne i fatti accaduti in settimana relativamente alle sedute consiliari, credo sia opportuno sottolineare l’importanza di unire le forze rimandando le polemiche a tempi opportuni – aggiunge il sindaco in una nota – Oggi la priorità è per me la salute dei miei concittadini e la gestione delle inevitabili ricadute anche economiche. Sono certo che tutti i consiglieri siano concordi».
«Se c’è qualche parte politica che intende aprire una crisi, forse sta sbagliando il momento – attacca poi il sindaco – A chi, della maggioranza, dichiara di non essere stato coinvolto nelle scelte strategiche rispondo che gli inviti a partecipare a riunioni, anche in tema il bilancio, li ha avuti e il non essere stati presenti è stata una libera scelta e un’opportunità persa. Da parte mia sono dispiaciuto per l’assenza di questa componente ai tavoli di discussione della maggioranza di questi mesi. Non smetterò di invitarli e sarò ben felice di ascoltare i preziosi consigli che vorranno formulare. Fin dalla prossima settimana ne avranno occasione, li attendo» conclude il primo cittadino.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.