Il truffatore del cellulare aveva già colpito
Cronaca

Il truffatore del cellulare aveva già colpito

L’uomo denunciato si appostava a lato della strada, urtava lo specchietto dell’auto e chiedeva i danni. Altre vittime si sono presentate ai carabinieri in questi giorni

È un truffatore seriale il milanese di 46 anni scoperto e denunciato il 29 giugno scorso dai carabinieri della stazione di Como per la cosiddetta truffa dello specchietto o del falso incidente.
Dopo la notizia dell’intervento dei militari dell’Arma, altre vittime si sono fatte avanti per segnalare presunti raggiri. Sono almeno tre i casi contestati all’uomo.
L’uomo, secondo quanto ricostruito dai carabinieri, colpiva sempre seguendo lo stesso copione. Si appostava sulla strada, fingeva di essere stato urtato da un’auto di passaggio e di aver rotto il cellulare nell’impatto.
In almeno tre casi, il milanese sarebbe riuscito nel raggiro, facendosi consegnare dalle vittime la somma di 250, 200 e 170 euro in contanti.
Dopo la prima denuncia, altre potenziali vittime si sono presentate dai carabinieri per segnalare possibili raggiri. Al momento, sono dunque tre i casi contestati al 46enne milanese. Le indagini dei carabinieri procedono e chiunque pensasse di potere essere incappato in una truffa di questo tipo è invitato a rivolgersi alle forze dell’ordine.
I militari dell’Arma rilanciano l’appello a prestare la massima attenzione per evitare di cadere in truffe di questo tipo, sempre più frequenti. Tra i copioni più utilizzati dai truffatori, i carabinieri ricordano quello del falso nipote, con la richiesta di denaro, al telefono o di persona, presentandosi soprattutto a persone anziane come un familiare o parente lontano che ha bisogno immediato di soldi oppure fingendo di dover consegnare un pacco ordinato da un figlio o nipote della vittima predestinata. Sempre più diffusi poi anche i tentativi di truffa messi in atto da finti funzionari di compagnie dell’acqua, dei telefoni o della rete elettrica ma anche da falsi carabinieri o sedicenti avvocati.
I militari dell’Arma mettono in guardia i cittadini e invitano a segnalare al 112 qualsiasi episodio sospetto.

14 Luglio 2018

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto