Impotenti di fronte a tanta violenza

Donne maltrattate o uccise

L’atroce uccisione di una donna a Mozzate è l’ennesima goccia in un mare di sangue. Gli ultimi dati statistici che ho trovato su Internet parlano chiaro e fanno accapponare la pelle: 62 milioni di cittadine europee, una ogni tre, dichiarano di aver subito violenza fisica e/o sessuale sin dall’età di 15 anni. Nel 22% dei casi è stato il partner a compierla. Quasi una donna su 10 è stata invece stuprata da un uomo che non era il proprio compagno. Il 43% ha subito violenza psicologica.
E ancora, il 33% è stata vittima di violenza fisica o sessuale durante l’infanzia. Il 18% ha subito stalking.
Oltre a creare termini (“femminicidio”) fino a poco tempo fa quasi impensabili, a tremare di impotenza e rabbia, a osservare minuti di silenzio, a indignarci, a festeggiare “8 Marzo” pieni di retorica, che cosa si può fare per arrestare tanta violenza? Occorrono leggi ferree e applicate con intransigenza. Ma in Italia – lo sappiamo – non sempre le vittime sono tutelate come si dovrebbe.

Angela T.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.