In Svizzera nessun documento per i locali, dal 1° ottobre stop ai tamponi gratuiti

Svizzera bandiera

Nessun green pass per bar e ristoranti svizzeri. Il governo rossocrociato, dopo l’ultima seduta di ieri, ha deciso di mantenere in vigore unicamente i provvedimenti attuali, ovvero l’obbligo della mascherine al chiuso e sui mezzi pubblici e il certificato vaccinale soltanto per le grandi manifestazioni.

Potenziata anche la strategia per la campagna vaccinale, unica arma per contenere la “cattiveria” del virus. La nuova valutazione della situazione è prevista nella seduta del 1° settembre «quando gli effetti dei rientri dalle vacanze diventeranno più chiari. Il Governo adotterà nuovi provvedimenti soltanto in caso di rischio di sovraccarico degli ospedali», si legge nella nota diffusa ieri.

L’altra novità decisa dal Consiglio federale riguarda lo stop ai test gratuiti per gli asintomatici a partire dal 1° ottobre. Dall’11 luglio la curva delle prime inoculazioni non progredisce quasi più, nonostante i Cantoni dispongano di risorse sufficienti. Ad oggi è vaccinato il 50% degli svizzeri.
I Cantoni devono garantire che chiunque intenda immunizzarsi possa continuare a ricevere il vaccino senza difficoltà. Il prossimo 16 agosto, la Confederazione avvierà una nuova campagna informativa per tutta la popolazione.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.