Inaugurata la lavanderia industriale e i disabili sono in attività

Ieri ad Albiolo – Iniziativa della cooperativa sociale “Sim-patia Lavoro”
Una lavanderia industriale per avviare le persone disabili a una vera e propria attività lavorativa, in modo da permettere loro di staccarsi gradatamente da forme assistenziali di vita.
È questo il senso dell’iniziativa realizzata ad Albiolo dalla cooperativa sociale “Sim-patia Lavoro” e inaugurata ieri mattina.
Al taglio del nastro erano presenti, tra gli altri, l’assessore regionale alla Famiglia e Solidarietà sociale Giulio Boscagli, il presidente di “Sim-patia Lavoro” Alvise

Bertuzzi e il prefetto Michele Tortora. Boscagli è giunto ad Albiolo dopo aver fatto visita alla “Casa di Gabri”, una struttura di Rodero che si occupa di bimbi fino a 3 anni affetti da gravi forme di disabilità. «È bello vedere come nella nostra regione vi siano tante comunità vive che si fanno carico di rispondere ai bisogni degli altri», ha sottolineato l’assessore regionale.
La lavanderia industriale di Albiolo, che al momento occupa una decina di persone, può impiegarne, a seconda del carico di lavoro, fino a un massimo di 25. Il sistema produttivo, arricchito da tecnologie innovative, permette, grazie a un chip, di mappare i capi trattati e rintracciarli in qualsiasi momento all’interno del ciclo produttivo. Attualmente la lavanderia si occupa del lavaggio dei capi degli ospiti delle residenze sanitarie. Nel capannone sono state installate attrezzature con caratteristiche idonee alle capacità lavorative delle persone svantaggiate. I disabili possono così utilizzare lavatrici, essiccatoi e banchi da stiro.
Negli spazi attigui alla lavanderia sono stati inoltre creati, in collaborazione con il Consorzio dei Comuni dell’Olgiatese, due laboratori dove i disabili possono provare esperienze lavorative di assemblaggio e di restauro di mobili e oggetti.

Nella foto:
L’assessore regionale alla Solidarietà sociale Giulio Boscagli taglia il nastro per inaugurare la lavanderia (Fkd)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.