Inghilterra-Italia, appello del prefetto: «Bollino rosso per l’ordine pubblico»

Andrea Polichetti

Parla di una domenica sera da «bollino rosso per l’ordine pubblico» il prefetto di Como, in un appello alla responsabilità e alla coscienza civile per chi seguirà la partita Italia-Inghilterra, finale degli Europei di calcio e – confidando nel risultato positivo per gli azzurri di Mancini – vorrà poi festeggiare.

«Ci sono indubbie criticità, considerato anche il delicato momento dell’emergenza sanitaria ancora in corso – spiega Andrea Polichetti – La festa non deve degenerare in comportante irriguardosi per i diritti altrui. Nella notte della semifinale vi sono già stati alcuni episodi che non lasciano tranquilli. Nulla a che vedere con quanto successo in altri territori, ma non possiamo dimenticarci delle misure anticovid che vanno scrupolosamente osservate. La pandemia non è finita. Siamo in uno stato di allerta, come ha confermato il ministro della Salute, Roberto Speranza».

Insieme all’appello, il prefetto ha chiesto e ottenuto un rafforzamento della sorveglianza nei principali luoghi di aggregazione, in particolare a Como e a Cantù.
«Ci sarà maggiore vigilanza delle forze dell’ordine – spiega il prefetto – con tutte le forze di polizia, compresa la polizia locale. Utilizzeremo anche tutti i sistemi di videosorveglianza. Il questore di Como, De Angelis, che ringrazio, ha già dato disposizioni in tal senso. Il fattore principale resta però il buonsenso e la cautela dei cittadini, a cui voglio rivolgere un forte e accorato appello. Facciamo in modo di ricordare l’11 luglio, che già evoca la festa per i Mondiali del 1982, come il giorno di una festa di responsabilità. Rispettare gli altri credo sia un modo ancora più forte per celebrare un avvenimento. Stiamo facendo i conti con la variante Delta del virus. Mi rivolgo anche e soprattutto ai giovanissimi, evitiamo di compiere azioni che facciano danni irreparabili».

Sotto la lente della Prefettura e delle Questura in particolare le piazze di Como e di Cantù. Nella Città del Mobile è stata firmata dal vicesindaco Giuseppe Molteni un’ordinanza che limita l’accesso in centro, verso piazza Garibaldi, dove potrebbero esserci i maggiori concentramenti.
Lo stop alle auto è in vigore dalle 21 di questa sera alle 2 del mattino. «L’obiettivo, ancora una volta, è tutelare la salute e la sicurezza dei cittadini – spiega Molteni – Ridurre il traffico veicolare nella piazza centrale della nostra città in vista del prevedibile afflusso massivo per la finale del Campionato Europeo di Calcio, ridurrà il rischio di incidenti».
L’amministrazione canturina invita poi tutti i cittadini a mantenere la distanza di interpersonale e a utilizzare la mascherina anche all’aperto nei luoghi affollati.

«L’afflusso al centro città rappresenta una vera e propria boccata di ossigeno per i nostri commercianti e imprenditori – conclude Molteni – Tuttavia, è fondamentale far sì che gli sforzi compiuti sino ad ora non vengano vanificati. Verranno effettuati i dovuto controlli, ma colgo l’occasione per rivolgere un appello a tutti i cittadini. L’emergenza non è finita, indossate la mascherina quando non è possibile mantenere la distanza interpersonale ed evitate assembramenti. Sono gesti di responsabilità nei confronti di noi stessi e del prossimo e sono quanto di più sicuro possiamo fare», conclude il vicesindaco.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.