Inseguito dopo un tentativo di furto cerca rifugio su un bus: arrestato

alt Bloccato dai carabinieri a Lezzeno

Doppio furto a Bellagio e Lezzeno e tentativo (inutile) di fuga in bus. È finito agli arresti un giovane cittadino straniero fermato dai carabinieri dopo il furto di un iPhone a un turista, ospite in un albergo, e un colpo in un’abitazione privata a Lezzeno. Scoperto dal padrone di casa, il ladro è stato inseguito dallo stesso derubato, che nel frattempo ha avvisato i carabinieri. Il malvivente avrebbe cercato di rifugiarsi su un autobus, cercando di non farsi notare. Ma l’uomo che lo inseguiva

non si è fatto ingannare e ha messo così i carabinieri, intervenuti a Lezzeno, sulle tracce del malvivente.
Fermato il bus, i militari dell’Arma hanno individuato il sospetto, poi riconosciuto anche dal padrone dell’abitazione. Il ladruncolo aveva provato a disfarsi di parte della refurtiva, nella speranza che questo potesse alleggerire la sua posizione. In tasca, però, il giovane aveva un iPhone sul quale, proprio in quel momento, stava effettuando una procedura di “azzeramento” dei dati.
I carabinieri sono intervenuti immediatamente e in pochi istanti hanno individuato il proprietario dell’iPhone, un turista ospite in un albergo di Bellagio e derubato poco prima. Il malvivente, riconosciuto, come detto, anche dall’uomo che aveva scoperto il ladro in casa, è stato dunque arrestato per furto.
Processato ieri per direttissima, ha chiesto i termini a difesa. L’udienza è stata dunque aggiornata a martedì prossimo. Gli accertamenti dei carabinieri proseguono per individuare eventuali ulteriori colpi che potrebbero essere stati messi a segno dallo stesso malvivente.

Nella foto:
Movimentato inseguimento a Lezzeno, dove un ladro è stato arrestato dai carabinieri dopo un tentato furto in abitazione

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.