Ippocastano, nuovo asfalto e posti per camper

alt Il parcheggio cambia volto
Saranno installate anche colonne di ricarica per auto elettriche
Cambia letteralmente volto il parcheggio comunale dell’Ippocastano. Da lunedì prossimo, infatti, partirà un massiccio intervento di riqualificazione dell’area di sosta in via Aldo Moro.

Finanziati da Como Servizi Urbani, la società che per conto del Comune gestisce l’area, i lavori prevedono, con un investimento di 70mila euro, la realizzazione dei sottoservizi per la raccolta e smaltimento delle acque piovane, la realizzazione di una piazzola di servizio per due camper con scarico delle acque nere e la posa di una colonnina per l’erogazione di acqua potabile ed energia elettrica. 

L’intervento prevede inoltre la posa di una colonnina per la ricarica delle auto elettriche – la prima pubblica in tutta la città – l’asfaltatura dell’area e il rifacimento della segnaletica.
Con l’asfalto dovrebbero dunque sparire i veri e propri crateri che oggi caratterizzano l’area, e i parcheggi finali disponibili saranno 74, più due riservati ai disabili.
Il cantiere, che si concluderà entro Pasqua, si svolgerà cercando di ridurre al minimo le giornate di chiusura del parcheggio. «L’intervento – spiega l’assessore alla Mobilità Daniela Gerosa – oltre che restituire decoro all’area, rappresenta un nuovo modo di concepire le aree di sosta. La piazzola per i camper e la ricarica per le auto elettriche sono servizi aggiuntivi che si affiancano ai parcheggi ed è seguendo questa strada che, dove sarà possibile, si interverrà. Tra i pregi del progetto, per il quale ringrazio Csu, sottolineo anche l’attenzione data al contesto paesaggistico».

Nella foto:
Si notano chiaramente le pessime condizioni in cui versano molte zone dell’attuale posteggio dell’Ippocastano. Da lunedì, comunque partiranno i lavori di riqualificazione (foto Fkd)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.