Jazz in mostra a Mendrisio

opera del pittore ticinese Sergio Emery

Il jazz a Mendrisio va in museo il 12 giugno alle 17.30. Come già in passato per le esposizioni Cuno Amiet, Max Beckmann, Natura e Uomo e
India antica, anche per la mostra dedicata a Sergio Emery il Museo d’arte Mendrisio organizza un concerto straordinario, appositamente studiato per la retrospettiva dedicata al noto artista ticinese.
Il museo, luogo per antonomasia votato al silenzio, si trasformerà per l’occasione in una grande scatola sonora grazie alle improvvisazioni di 4 jazzisti d’eccezione: si tratta di Max Ionata, sax tenore, Bebo Ferra, chitarra
Riccardo Fioravanti, contrabbasso, Nicola Angelucci, batteria.
I solisti, muovendosi liberamente nelle sale, si lasceranno ispirare dalle opere esposte restituendone allo spettatore una visione arricchita dalla presenza della musica.
Il materiale sonoro elaborato singolarmente dai musicisti all’interno del museo confluirà – in un secondo momento – in un concerto all’aperto nella splendida cornice del chiostro dei Serviti.
L’evento inaugura la rassegna “Jazz in mostra” che il Museo d’arte Mendrisio intende portare avanti con regolarità accanto alle proprie proposte espositive.
Il biglietto (20 euro) include l’entrata alla mostra e il concerto con posti a sedere non numerati.
La riservazione è obbligatoria al numero 058.688.33.50 o via email
museo@mendrisio.ch entro venerdì 11 giugno.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.