La “banda della Mini” vuole risarcire

I furti in serie di Albavilla

(m.pv.) Hanno chiesto un nuovo rinvio – al prossimo 11 novembre – dietro alla promessa di risarcire i danni causati con il loro blitz del 21 ottobre.
È questa la via intrapresa dalla “banda della Mini grigia” che è stata sgominata e arrestata dai carabinieri della stazione di Erba al termine di una lunga serie di furti tentati e riusciti. I ladri, quattro in tutto quelli finiti in manette, sono stati arrestati dai militari dell’Arma che da giorni erano sulle loro tracce. Il “game over”

per i malviventi è andato in scena nella notte tra lunedì e martedì della scorsa settimana, e ha posto fine ad una serie impressionante di furti nelle case di via ai Crotti ad Albavilla. Ben sei nel giro di qualche ora.
In manette sono finiti l’autista della Mini One D, un 22 albanese senza fissa dimora che aveva il compito di attendere i complici all’esterno con la macchina accesa pronta alla fuga, un albanese 29enne domiciliato a Milano, uno slavo 31enne vicino di casa del complice precedente e, buon ultimo, l’unico incensurato del gruppo, un 29enne albanese residente a Saronno. Questi ultimi tre erano incaricati di fare irruzione nelle abitazioni scardinando le inferriate e rompendo le finestre.
Dopo aver chiesto i termini a difesa nel processo per “direttissima” della scorsa settimana, i quattro hanno ora ottenuto un nuovo spostamento di data nel tentativo di risarcire i danni causati alle vittime dei furti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.