La Cgil estende la tutela legale ai lavoratori transfrontalieri in Svizzera

Frontalieri alla dogana di Ponte Chiasso

Oggi è stata sottoscritta una convenzione tra la struttura della Cgil regionale di Lombardia e Piemonte che si occupa dei lavoratori frontalieri e uno studio legale di Lugano, finalizzata a garantire la tutela vertenziale e giuridica dei lavoratori che prestano la propria attività nei Cantoni di confine, ma residenti in Italia.
 
La convenzione, la prima per la Confederazione generale del lavoro con un paese estero di confine, rappresenta, di fatto, un’estensione del campo di applicazione delle tutele soggettive a favore di lavoratori che, sino ad oggi, faticavano a trovare il luogo della presa in carico dei loro bisogni (ciò ché, con la convenzione, verrà garantito dagli Uffici Vertenze di Cgil Lombardia e Piemonte e, attraverso questi, dal legale luganese).
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.