La città bloccata dai passaggi a livello: la campagna di Etv accende il dibattito

Passaggio livello Sant'Orsola sbarre bloccate 2_1800997

L’altra sera l’ultimo intoppo, in ordine di tempo, con lunghe code che hanno raggiunto via Milano per le sbarre del treno bloccate all’incrocio con viale Lecco. Ma i disagi sono quotidiani. Il dibattito sui passaggi a livello cittadini è più aperto e più caldo che mai e la campagna di Etv “Como Sbarrata” fa il pieno di messaggi. I cittadini esprimono giudizi e rilanciano soluzioni. Il tutto alla vigilia di un fine settimana in cui non manca l’apprensione per la viabilità. Per la riduzione delle corsie dell’autostrada, la presenza del mercato e un flusso generale sopra la norma, proprio sette giorni fa il traffico nella convalle è andato in tilt.
«Sono per la chiusura della stazione a lago» ha scritto Marco via WhatsApp, tornando sulla ben nota ipotesi di interramento escludendola però «per mancanza di risorse». E poi altri messaggi via mail a Etv. Ci sono quelli più tecnici come quello di Fernando De Simone, architetto specializzato in trasporti, che è tornato a suggerire la monorotaia che già in passato ha proposto al Comune. Poi un altro telespettatore che si è rivolto ai comaschi. «Bisogna iniziare a pensare al futuro della città guardando al suo passato» ha sostenuto, precisando che «la stazione a lago a mio parere non va smantellata; l’interramento dell’ultima parte della linea e il mantenimento della storica struttura è la strada da perseguire».
Infine Michele ha lanciato un’idea, forse provocatoria. «Costruire sottopassi per le auto con il contributo economico dei cittadini ovviamente proporzionato alle proprie disponibilità».
Insomma le proposte non mancano. È sempre possibile inviare anche fotografie e video che siano in grado di testimoniare le lunghe attese. I canali sono attivi: l’indirizzo di posta elettronica comosbarrata@espansionetv.it o la linea WhatsApp che risponde al numero 335.7084396.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.