La cultura riparte nella luce di Volta

opinioni e commenti di lorenzo morandotti

di Lorenzo Morandotti

La cultura a Como riparte nel segno di uno di suoi figli più illustri grazie alla   settima edizione del Festival della Luce Lake Como, promosso dalla Fondazione Alessandro Volta, che  si terrà dal 7 al 20 giugno in modalità digitale. Ossia in sostanza portando alle estreme conseguenze la riflessione scientifica sull’energia e la luce che partendo dalla prima scintilla ha permesso e permette le moderne telecomunicazioni.

Tutto l’apparato di tecnologie e saperi che ci consente oggi di studiare e lavorare da casa, salutare chi è distante, ordinare una pizza o compilare un modulo di richiesta in biblioteca   sarebbe stato un percorso forse più complicato da completare  senza l’apporto del fisico lariano. E non dimentichiamo in tutto ciò la dimensione audiovisiva.

Il 21 giugno, giorno del solstizio d’estate, alle ore 21, il festival culminerà con la trasmissione speciale in onda su Espansione TV, in prima serata, intitolata “Festival della Luce 2020 – Streaming edition” che  ospiterà alcuni celebri scienziati, professori universitari e noti divulgatori scientifici che interverranno intorno al tema principale di quest’anno, il  Sole.

E questo negli stessi giorni che hanno riportato alla ribalta l’astrofisica  grazie all’intervento di un’industria privata, quella di Elon Musk, parte non secondaria della filiera della mobilità elettrica che ha consentito il   ritorno da protagonista della Nasa nei viaggi spaziali attorno al nostro pianeta.

Tutto parte con Volta? No, ma nell’edificio Volta è un pilastro e Como in qualità di sua città non può non rivendicare un ruolo di primo piano in una riflessione multidisciplinare e preveggente  che    allei scienza ed   ecologia per permettere all’umanità il sogno di poter migrare altrove,   se avrà l’intelligenza di sopravvivere e non annientarsi. 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.