La lettera di Fontana. I Cinque Stelle: «Traditi i lavoratori» E anche +Europa ironizza sul “Prima gli italiani”

Non si ferma il fuoco di sbarramento delle opposizioni in Regione contro la lettera di Fontana sulla riforma dell’accordo in materia fiscale tra Italia e Svizzera.
I deputati del Movimento 5 Stelle Giovanni Currò e Niccolò Invidia hanno ripetuto ieri che «la lettera di Fontana è un vero atto di tradimento nei confronti dei lavoratori frontalieri, per di più in un momento di crisi come questo. Alla prova dei fatti, finisce per venire meno agli impegni presi, nonché alle posizioni che ha sempre detto di avere sul tema».
La Lega di Salvini, aggiungono i due parlamentari, «conferma di essere sempre più uguale alla Lega dei Ticinesi. La posizione del Movimento resta invece la stessa: salvaguardare l’economia del nostro territorio e non tradire le aspettative e gli impegni presi con i cittadini e i frontalieri, nel rispetto dei bisogni dei vicini Svizzeri».
Angelo Orsenigo, consigliere regionale del Pd, parla invece di «paradosso» e di «grande confusione in Regione, se il presidente del consiglio Fermi smentisce di fatto il governatore Fontana, in modo non poco imbarazzante. La Regione sta lavorando senza alcun titolo per mettere direttamente le proprie mani sui ristorni e nelle tasche dei Comuni». Orsenigo lancia quindi allo stesso Fermi due domande: «1) È favorevole alla proposta di Fontana di ridurre del 50% i ristorni ai Comuni per lasciare risorse alla Regione? 2) È favorevole alla proposta di Fontana di tassare i frontalieri in Italia?».
Dure critiche arrivano anche da +Europa: «la Lega grida ai quattro venti “Prima gli Italiani” – si legge in un comunicato – ma quando si è dovuta confrontare in termini concreti con un’autorità estera, ha dimostrato tutta la sua inconsistenza e ignavia, accettando supinamente le richieste della controparte in Canton Ticino».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.