La Mostra dell’Artigianato riapre al pubblico: «Al lavoro con spirito, idee e stimoli nuovi»

Conferenza stampa Mostra Artigianato

La Mostra dell’Artigianato torna a Lariofiere con l’apertura al pubblico – dopo un 2020 forzatamente virtuale – l’ingresso gratuito e la presenza di 150 espositori. Ieri nel centro espositivo brianzolo la presentazione dell’evento in programma da sabato 30 ottobre a domenica 7 novembre.
Organizzano Confartigianato Imprese di Como e di Lecco con il supporto della Camera di Commercio. La manifestazione si svolgerà in due padiglioni di Lariofiere: il terzo rimarrà allestito come hub vaccinale (l’accordo è infatti fino al 30 novembre). Gli organizzatori sono al lavoro affinché ci siano le migliori condizioni logistiche e di sicurezza per i fruitori di entrambi gli spazi.
L’esposizione – alla sua edizione numero 48 – punterà sui consueti punti di forza: da una parte ci sarà tutto ciò che riguarda la casa, a partire dall’arredamento. Poi spazio allo street food (con prodotti da tutta Italia) e alle idee regalo.


In questo 2021 ci sarà anche una importante collaborazione con il Museo del Ciclismo del Ghisallo, che per l’occasione si presenterà con un allestimento speciale con le sue biciclette – di fatto una eccellenza di artigianato e industria – e alcuni cimeli. Tra gli obiettivi della manifestazione, infatti, c’è la valorizzazione delle eccellenze lariane, come ha sottolineato nel corso della conferenza stampa Ilaria Bonacina, presidente del comitato promotore.

Il tutto contestualizzato nel desiderio di fare da volano, anche con questa iniziativa ad una ripartenza e ad un rilancio del territorio dopo le tante problematiche date dall’emergenza sanitaria per il Covid.
Lo scorso anno per forza di cose tutto fu organizzato on-line: una formula confermata anche per il 2021, parallelamente a quella che sarà l’esposizione in presenza nei padiglioni di Erba.

Gli interventi


«Per noi questo evento è di grande importanza – ha detto Fabio Dadati, presidente di Lariofiere, ieri alla presentazione – Abbiamo affrontato tante difficoltà, che abbiamo superato lavorando seriamente. Siamo impegnati , con il supporto dei nostri soci, per un rilancio, operativi al servizio del nostro territorio».
«La grande scommessa per i prossimi anni – ha concluso – sarà poi di far crescere la partecipazione alla fiera, attraverso il coinvolgimento di nuovi target, in particolare del pubblico più giovane che rappresenta una quota ancora marginale delle presenze complessive»,
«Tornare a riproporre l’evento in presenza ci dà una bella sensazione – ha affermato Roberto Galli, guida di Confartigianato Imprese Como – Siamo carichi e volenterosi con spirito, idee e stimoli nuovi. Il mondo artigiano ha sofferto molto, ha cercato di sopravvivere ed è ancora in difficoltà. Ma allo stesso tempo c’è una gran voglia di mettersi in gioco e di affrontare il futuro, con la capacità di saper leggere i cambiamenti per fare la differenza».
Daniele Riva, numero uno di Confartigianato Imprese Lecco, ha tenuto a sottolineare: «In questo momento il nostro lavoro vive una fase schizofrenica. Speriamo che si possa arrivare presto ad una stabilizzazione. Per noi tutti la Mostra dell’Artigianato a Lariofiere rimane come sempre un momento di grande rilevanza».
«Quasi non ci sembra vero, usciamo da un letargo che sembrava infinito – ha affermato Ilaria Bonacina – In questi mesi però nessuno ha dormito sugli allori. Al contrario, ci siamo preparati per offrire il meglio delle nostre capacità artigiane».

Mostra dell'Artigianato Erba
La Mostra dell’Artigianato a Lariofiere

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.