La Polizia locale della Tremezzina. «La Variante è urgente». Mezzi non assicurati: sequestri record
Cronaca, Territorio, Trasporti e viabilità

La Polizia locale della Tremezzina. «La Variante è urgente». Mezzi non assicurati: sequestri record

È tempo di bilanci per gli osservatori del traffico – operativi tra Argegno e Menaggio – che per il secondo anno consecutivo hanno presidiato i luoghi più sensibili della statale Regina – ovvero le strettoie di Colonno, Sala Comacina e Tremezzina – per controllare e avvisare tempestivamente le forze dell’ordine, a partire dalla Polizia locale, nei casi in cui si sono verificate situazioni di congestione viabilistica.
«La conclusione? È che servirebbe davvero la Variante – spiega Massimo Castelli, comandante della Polizia locale dei Comuni della Tremezzina – Il primo elemento che mi hanno fatto notare gli osservatori? Il fatto che la strada sia teatro di un forte flusso di veicoli pesanti, camion e pullman. Un traffico davvero notevole».
«Una situazione che è stata gestita, mi sento di dire, in maniera soddisfacente in condizioni non facili – aggiunge Castelli – Sicuramente gli osservatori hanno fatto la loro parte, come pure l’organizzazione dei nostri agenti in coincidenza con eventi di rilievo che hanno comportato la chiusura della Regina, come la Sagra di San Giovanni, con i fuochi d’artificio all’Isola Comacina, o la manifestazione di Dolce & Gabbana».
Ciò non toglie che quello della Statale Regina rimanga uno snodo problematico per la viabilità. «Lo sappiamo – afferma ancora Castelli – e siamo ben disponibili a recepire idee e proposte, pur tenendo conto del fatto che nel nostro territorio gli agenti non sono molti e si devono occupare di una attività a 360 gradi, per esempio con il controllo dei mercati o con i servizi scolastici, e il loro lavoro non può essere monopolizzato dai pattugliamenti sulla Regina».
Lo stesso Castelli sottolinea una attività importante svolta sul territorio. «Grazie al sistema di controllo e videosorveglianza, che ci segnala in diretta il passaggio di mezzi con qualche irregolarità, in questo 2018 abbiamo provveduto al sequestro di ben 90 vetture senza assicurazione ed abbiamo rilevato ben 300 mezzi senza revisione».
«La mancanza di assicurazione è una infrazione molto grave, che peraltro comporta parecchi disagi a chi rimane coinvolto in incidenti con queste auto – conclude il comandante – L’impegno su questo fronte va prima di tutto a tutelare i cittadini che seguono le regole e che spendono cifre cospicue per circolare con l’assicurazione regolare».

29 Set 2018

Info Autore

Massimo Moscardi

mmoscardi mmoscardi@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dic: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto