La risposta digitale per il mondo dell’arte: Como lancia le “Chiacchiere lunatiche”, social culturale

Michele Caldarelli (a sinistra) e Paolo Barlusconi

Dove va l’Arte? “Questa è una domanda appropriata in un momento di crisi come quello che stiamo vivendo  – dice Michele Caldarelli della storica galleria “Il Salotto” di Como – ma, in verità, il vero interrogativo sta altrove, perché l’Arte non ha mai conosciuto crisi se non per risorgere da sé stessa, come l’Araba Fenice dalle proprie ceneri. L’arte, da sempre con forza interiore e resilienza, costituisce efficace strumento di superamento delle crisi. Ora, più che mai, occorre ripensare ancora una volta, con onestà e mente sgombra alla vera funzione dell’Arte, che non è quella di commercializzare sé stessa quanto piuttosto di fornirci ancora, e ogni volta, un nuovo progetto di vita intellettuale, di bellezza e di serenità interiore”. Caldarelli lancia una sorta di social network culturale. “Stanno cambiando gli strumenti di comunicazione anche nel settore dell’Arte, rafforzando i sistemi informatici nei confronti di quelli più tradizionali per questo, visto che già nel 1996 abbiamo aperto un sito in Internet, ora ci troviamo abbastanza a nostro agio e stiamo ampliando quanto già depositato nella memoria della rete – dice Caldarelli – Nell’ottobre del 2018 abbiamo avviato anche una nuova avventura che si chiama Chiacchiere Lunatiche, un progetto di sopravvivenza intellettuale collettiva che, si sta rivelando una nuova Agorà e una divertente piattaforma di confronto culturale e, perché no, di amicizia. Invitiamo tutti, anche i non addetti ai lavori a parteciparvi, perché l’arte e la poesia sono ovunque e come la primavera, tornano sempre a porgere i propri fiori. Le Chiacchiere Lunatiche danno una singolare risposta alla attuale crescente richiesta di informazione culturale a distanza e di libero confronto, proponendosi a strumento collettivo di sopravvivenza e crescita culturale. Con questa iniziativa intendiamo dare seguito e sviluppo all’idea che anima da sempre lo spirito colloquiale della Galleria d’Arte Il Salotto fondata nel 1965 a Como e alla funzione di raccolta e scambio di informazione pensata per l’Archivio Attivo Arte Contemporanea avviato nel 1996, agli albori di Internet, quale crocevia di avventure artistiche in totale libertà di pensiero”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.