La terza ondata nel Comasco non è ancora arrivata. Oggi, dopo mesi, non si registrano decessi

Emergenza Covid a Como. Ambulanze e volontari al pronto soccorso dell’ospedale Sant’Anna.

La terza ondata per fortuna non è ancora arrivata. I numeri di questa settimana che va per concludersi, riassestano la situazione per quanto riguarda la provincia di Como che torna a guardare con ottimismo all’andamento della diffusione della pandemia da Covid 19. Dopo l’inversione della curva di fine gennaio, negli ultimi giorni il trend è tornato a puntare verso il basso. Oggi i nuovi positivi – su base giornaliera – sono stati 105, ma questo numero rapportato con tutti gli altri su base settimanale disegna un calo quantificato intorno al 22%, un risultato che non era affatto scontato visto come si era concluso il mese di gennaio. Altro dato bello da segnalare: per la prima volta da molto tempo oggi non si sono registrati decessi del Comasco. Insomma, la situazione è tornata a volgere al bello, anche se sappiamo bene ormai che le fluttuazioni sono continue. Altri parametri indicano il mancato arrivo – al momento – della terza ondata e sono quelli ormai noti delle chiamate al 118 per problemi respiratori nell’area di nostra competenza, ovvero quella che comprende Como, Varese e Lecco. Dopo che si era tornati a superare le 80 chiamate al giorno, in questa settimana il calo è stato sensibile e il 4 di febbraio, per citare l’ultimo dato disponibile, era stato di 51 chiamate (56 il 3 febbraio, appena 42 il 2 febbraio). Insomma, altro tempo guadagnato per il territorio, con gli ospedali che per il momento non sono in sofferenza. Un dato questo che è riscontrabile anche a livello regionale, con le terapie intensive che hanno fatto registrare un -5 posti occupati (354 in totale) e gli altri reparti calati di 9 letti, 3.540 in totale. In totale, comunque, la provincia di Como è ormai prossima ai 40 mila contagi (39.788), con una percentuale del 6,64% di popolazione infettata. Allargando lo sguardo alla Lombardia, oggi i nuovi positivi sono stati 1.923, con una media di positività per tamponi fatti che rimane bassa, al 5,3%. L’unica zona critica al momento, in tutta la regione, sembra essere rimasta Brescia (solo oggi 369 nuovi positivi) anche se i morti continuano ad essere tanti: ieri si sono aggiunte altre 50 croci, per un totale di decessi di 27.395.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.