La Ztl di Como diventa una miniera d’oro Ogni giorno elevate 250 contravvenzioni

Il cartello della Ztl in piazza Verdi davanti al Duomo di Como

Le telecamere sono attive da due mesi. Il record in via Rodari, piazza Roma e via Cairoli

La Ztl di Como? Una miniera d’oro. Dall’attivazione dei controlli a tutti i varchi si sono registrate ben 250 multe al giorno.
Nulla a che vedere con Milano, certo, dove per l’intera Area C si contano circa 4mila infrazioni al giorno, ma fatto il rapporto tra l’estensione e il traffico, il centro storico del capoluogo lariano si trasforma in una vera e propria “trappola” per automobilisti e furgoncini.
Se la media dovesse essere mantenuta per tutto l’anno e se tutti pagassero le multe, solo dalla Ztl arriverebbero nelle casse comunali oltre 7 milioni di euro (circa 600mila euro al mese). Le nuove telecamere a controllo dei varchi sono attive da due mesi.

Ai primi di dicembre e nei giorni immediatamente successivi all’accensione era stato subito boom di sanzioni: 800 in tre giorni.
Ma a quanto pare gli automobilisti comaschi non si sono ancora abituati ai nuovi occhi elettronici.

«Il bilancio è quello che ci aspettavamo – dice il comandante della polizia locale di Como, Donatello Ghezzo – Dopo i primi giorni abbiamo registrato un calo, ma restiamo comunque, a distanza di quasi due mesi, a livelli molto più elevati rispetto a quelli raggiunti con il vecchio impianto. Siamo passati dalle 300-350 sanzioni iniziali, nei primi giorni di attivazione, alle 250-260 attuali. Ma penso – aggiunge Ghezzo – che tra qualche mese scenderemo ulteriormente ai livelli di assestamento».

Numeri da capogiro, se si pensa che mediamente venivano multati 60-70 veicoli al giorno. L’incasso medio giornaliero per il Comune di Como ad oggi ammonta a circa 20mila euro. «Il 60% delle sanzioni – conclude il comandante della polizia locale – riguarda via Rodari, piazza Roma, via Cairoli, ossia alcuni dei nuovi varchi attivati».

Le contravvenzioni di dicembre dovrebbero essere già state notificate ai trasgressori, ma probabilmente sono ancora numerosi i cittadini non informati sulle novità.

Ricordiamo che è stato anche ampliato il raggio d’azione. Le sanzioni scattano per chi passa sotto le telecamere di via Indipendenza in uscita, di via Rodari e via Cairoli in ingresso e uscita, di via Grassi e Garibaldi in uscita e di via Dell’Annunciata. Invariati gli altri accessi della città, come via V Giornate, via Diaz, via Carducci. La sanzione, in caso di ingresso non autorizzato nella Ztl, è di 81 euro.

Articoli correlati

1 Commento

  • Avatar
    Sergio , 19 Gennaio 2019 @ 17:46

    E’ un buon risultato ma si potrebbe fare meglio se si controllassere meglio anche i quartieri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.